Nel carcere di Terni l’uomo accusato di aver sparato a Noemi

Rivolta dei detenuti islamici al carcere di Spoleto, altissima tensione

Nel carcere di Terni l’uomo accusato di aver sparato a Noemi

Il 28enne accusato di aver sparato alla piccola Noemi, quattro anni, ferita in un agguato a Salvatore Nurcaro, lo scorso 3 maggio a Napoli. Dopo una settimana di permanenza nel carcere di Siena, l’uomo è arrivato a Sabbione.

Il trattamento nella struttura di alta sicurezza ternana è stato deciso per via della gravità dei reati di cui è accusato. Il carcere di Terni si conferma struttura di alta sicurezza e per detenuti con reati di un cero peso.

La piccola Noemi “è sveglia, cosciente ed ha iniziato ad alimentarsi. Respira spontaneamente ma necessita ancora di un supporto di ossigeno ad alti flussi, sebbene sia in decremento”. I parametri vitali sono stabili e il quadro clinico appare stazionario e in miglioramento. La prognosi resta riservata.

Commenta per primo

Rispondi