Elezioni, Ascani: «A Salvini non interessa Umbria, vuole potere»

Elezioni, Ascani: «A Salvini non interessa Umbria, vuole potere»

da Anna Ascani
«Sono reduce da due giorni intensi di campagna elettorale in Umbria e trascorrerò i prossimi a Roma, al Miur, a lavorare sul capitolo scuola, università e ricerca per la legge di bilancio.

In queste ore ho ascoltato, come tutti, i proclami di Matteo Salvini dalle nostre piazze e ho capito che se l’Italia dovesse aver bisogno di un “elencatore” di problemi lui sarebbe sicuramente il migliore. Ha girato in lungo e in largo la nostra Umbria gridando, scandalizzato, che mancano soldi per le infrastrutture, soldi per la sanità e soldi per la ricostruzione post terremoto. Si dimentica però sistematicamente di dirci cosa ha fatto lui da dominus del governo in 15 lunghi mesi.

C’è un metro d’asfalto finanziato nell’epoca del suo governo? Un euro arrivato agli ospedali umbri? Un singolo atto che abbia velocizzato la ricostruzione? La risposta è, naturalmente, NO.

Salvini in 15 mesi per l’Umbria non ha fatto NIENTE. Perché di questa Regione, che fino a qualche settimana non sapeva neppure distinguere dalle Marche, a lui non importa nulla. Siamo solo una piccola terra di conquista, una bandierina da sventolare per dimostrare di essersi ripreso dal trauma estivo del Papeete. Se non fosse così non si spiegherebbe il fatto di volerla mettere in mano alla senatrice Tesei, riuscita nella gloriosa impresa di generare un buco di bilancio di quasi 2 milioni di euro in un comune di 5000 abitanti. 400€ a cittadino.

Ma cosa volete che importi a Salvini? Il 28 Ottobre si sarà già dimenticato di noi. Sostituirà a “prima gli umbri” un “prima i calabresi” poi “prima gli Emiliano-romagnoli” e così via. Rendendo chiaro che per lui prima viene solo una cosa: la sua smania di tornare al potere. Non ci riuscirà. L’Umbria non si Lega!»


correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
6 × 8 =