PERUGIA CAPITALE PER DUE GIORNI DEI MAGGIORI ESPERTI EUROPEI DI ADHD

dhd

(umbriajournal.com) PERUGIA – Presso la facoltà di Scienze della Formazione si terranno i lavori del IX congresso nazionale dell’AIDAI

I maggiori esperti a livello nazionale ed europeo in tema di deficit di attenzione e iperattività nei bambini (internazionalmente nota con la sigla A.D.H.D.) si incontreranno a Perugia il 30 e 31 maggio prossimi, nell’ambito del IX Congresso Nazionale dell’Aidai, l’associazione Italiana di promozione sociale costituita da operatori clinici e addetti al mondo della scuola coinvolti nelle problematiche di questo particolare disturbo, che da anni è impegnata a fare cultura sul tema, organizzando attività di formazione e divulgazione.

Il congresso, ospitato presso le aule della Facoltà di Scienze della Formazione, si configura come un appuntamento di altissimo livello per fare il punto sugli orientamenti e i filoni di ricerca più attuali sull’Adhd, un disturbo che, secondo studi condotti da diversi istituti specializzati, sembra interessare una percentuale pari a circa il 4% della popolazione infantile. I bambini che hanno questo disturbo hanno difficoltà a mantenere l’attenzione o a condurre a termine un compito nel tempo normalmente necessario. Questi bambini hanno spesso “la testa fra le nuvole”, sembrano “non ascoltare”. A scuola sono in genere “i grandi assenti della classe” e nel gioco passano spesso da un’attività all’altra. I bambini con Adhd possono essere anche iperattivi, dimostrando un’esagerata attività motoria, muovendosi di continuo

Michele Margheriti, psicologo e psicoterapeuta, impegnato per anni nel servizio pubblico e fondatore nel 2009 del Centro di Neuropsicologia Clinica dell’Età Evolutiva “Giorgio Sabbadini” di Perugia, è il presidente nazionale dell’Aidai, nonché promotore e organizzatore dell’evento.

“Credo che l’appuntamento del 30 e 31 maggio prossimi rappresenti una vetrina interessante per tutti coloro che vogliano aggiornarsi sulle teorie e sulle metodologie cliniche ed educativo-didattiche più attuali ed innovative. Molti saranno infatti gli ospiti presenti, provenienti dalle università di Nottingham, di Groningen, Padova, Genova, Firenze, Messina, Roma Tor Vergata, ma anche da strutture pubbliche e private che rappresentano il meglio di quanto esista oggi in Italia e in Europa in termini di ricerca e di cura di questi disturbi”. L’importanza scientifica dell’appuntamento è testimoniata anche dai patrocini concessi dalle principali istituzioni, e si configura come evento funzionale all’acquisizione dei crediti formativi nell’ambito dell’obbligo di formazione continua previsto per i medici (i cosiddetti Ecm), prevedendo anche, per gli insegnanti interessati a partecipare, l’esonero dal servizio concesso dal ministero dell’Istruzione. Tra i personaggi di spicco figurano sicuramente l’inglese Daley, l’italiano Comoldi e l’olandese Van der Meere, che terranno le lectio magistralis di apertura delle due giornate.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*