No casi eclatanti di rifiuto vaccino AstraZeneca, intanto contagi in frenata

 
Chiama o scrivi in redazione


No casi eclatanti di rifiuto vaccino AstraZeneca, intanto contagi in frenata

No casi eclatanti di rifiuto vaccino AstraZeneca, intanto contagi in frenata

Solo qualche caso “sporadico” di prenotati per il vaccino anti Covid di AstraZeneca che non si sono presentati per ricevere le dosi è stato registrato in Umbria dopo le ultime raccomandazioni sul preparato. Lo ha detto il commissario regionale per l’emergenza Covid Massimo D’Angelo. “Il nostro intervento sul fronte vaccini è stato sempre appropriato e non è stato necessario rimodulare in maniera significativa il piano” ha aggiunto.

“Non ci sono stati casi eclatanti di rifiuto di AstraZeneca – ha spiegato D’Angelo – ma solo qualcuno che non si è presentato”. Il commissario ha rivendicato l’efficacia della campagna vaccinale in Umbria. “La stiamo portando a termine – ha sottolineato – e abbiamo protetto tutte le categorie più fragili. Siamo poi ‘zona bianca’, traguardo raggiunto operando con rigore”. Secondo i dati del Governo aggiornati al pomeriggio del 15 giugno, in Umbria sono state somministrate il 94,7 per cento di dosi di vaccini finora fornite alla regione, 630.088 su 665.553.

Terzo giorno consecutivo senza morti per Covid in Umbria, dove le vittime dall’inizio della pandemia rimangono 1.417. Il sito della Regione alla data del 15 giugno, riporta 21 nuovi positivi e dieci guariti. Invariati dati dei ricoverati, 46, cinque dei quali nelle terapie intensive. Gli attualmente positivi sono 1.024, 11 in più di lunedì. Sono stati analizzati 2.375 tamponi e 2.701 test antigenici, con un tasso di positività dello 0,4 per cento sul totale, stabile rispetto al giorno precedente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*