Costi benefici su procedure vaccinali, parla il professor Giancarlo Agnelli

 
Chiama o scrivi in redazione


Costi benefici su procedure vaccinali, parla il professor Giancarlo Agnelli

Costi benefici su procedure vaccinali, parla il professor Giancarlo Agnelli

Appare evidente il beneficio clinico netto attribuibile alla procedura vaccinale in considerazione della riduzione della morbilità osservata nei pazienti vaccinati e degli oltre 500 pazienti deceduti ieri in Italia tra i pazienti che hanno contratto l’infezione da Covid-19″: a dirlo il prof. Giancarlo Agnelli, Ordinario di Medicina interna presso l’Università di Perugia, esperto nel campo delle malattie cardiovascolari ed esponente del comitato per la stesura delle Linee guida sul trattamento della trombosi venosa profonda e dell’embolia polmonare dell’American College of Chest Physicians e dell’European Society of Cardiology.

  • Il quale ha risposto così all’agenzia nazionale di stampa associata in merito ai presunti eventi avversi legati al vaccino anti Covid di AstraZeneca.

Secondo il professor Agnelli la valutazione della procedura vaccinale, anche alla luce del numero di decessi e casi gravi di Covid-19, “non può prescindere dal calcolo del beneficio clinico netto ovvero del rapporto tra riduzione dei casi di gravi conseguente alla somministrazione del vaccino e le complicanze, presunte o reali, attribuite a quest’ultimo”.
E alla domanda se sia mai capitato di riscontrare una correlazione tra la somministrazione di un vaccino, magari quello antinfluenzale, ed eventi avversi analoghi, il professore ha spiegato: “abbiamo osservato diversi casi di piastrinopenia dopo somministrazione di vaccino anti-influenzale ma solo in rarissimi casi abbiamo potuto anche solo postulare una sua correlazione con eventi tromboembolici”.

© Protetto da Copyright DMCA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*