Diocesi di Città di Castello – festa della Madonna delle Grazie

 
Chiama o scrivi in redazione


MADONNA DELLE GRAZIE CITTà DI CASTELLO
MADONNA DELLE GRAZIE CITTà DI CASTELLO
MADONNA DELLE GRAZIE CITTà DI CASTELLO

Dopo la celebrazione della solennità dell’Assunzione della Vergine Maria, che ha richiamato nei diversi santuari miglia di fedeli, la Diocesi di Città di Castello si sta preparando all’altro grande appuntamento liturgico del mese di agosto, quello della solennità di Santa Maria, Madre della Grazia Divina, Patrona di Città di Castello e della Diocesi. Quest’anno la festa, assai cara a tutti i Castellani, assumerà una forma diversa dal solito, dal momento che tutte le celebrazioni avranno luogo nella Basilica Cattedrale. L’antico santuario della Madonna delle Grazie, infatti, è stato lesionato dal doppio sisma del 20-21 aprile e 8-9 maggio scorso, al punto che la grande chiesa è stata dichiarata inagibile, per evitare rischi alla pubblica e privata incolumità. Considerata l’urgenza del lavoro, il Fondo Edifici di Culto (FEC), proprietario dell’immobile, ha avviato i lavori di consolidamento alla volta, che hanno avuto inizio nello scorso mese di luglio. Al momento non è possibile formulare un’ipotesi precisa sulla riapertura della chiesa, ma se non ci saranno problemi non si esclude la possibilità di poterla riaprire entro l’anno.

 

La grande cappella laterale che contiene la venerata immagine, con ingresso su Piazza Servi di Maria non ha subito lesioni ed è aperta e officiata quotidianamente; tuttavia, le dimensioni non sono sufficienti a contenere i numerosi fedeli che ogni anno partecipano alla festa. Per questo motivo il consiglio pastorale parrocchiale, tenendo conto del fatto che la Madonna delle Grazie è patrona della città e della diocesi, ha individuato nella Basilica Cattedrale il luogo più naturale nel quale celebrare quest’anno la festa. Così la venerata immagine della Madonna delle Grazie, come autorizzato dalla competente Soprintendenza, sarà trasferita all’interno del Duomo, dove rimarrà fino al 26 agosto. L’ultima volta che la tavola, dipinta da Giovanni di Piamonte nel 1456, venne trasferita in Cattedrale fu nel 1966, in occasione del giubileo straordinario indetto da papa Paolo VI per la fine del Concilio Vaticano II. Così, dopo 47 anni, la Madonna delle Grazie verrà nuovamente esposta nella chiesa madre di tutta la Diocesi. La sera di mercoledì 21 agosto, alle ore 21, partirà dal Santuario della Madonna delle Grazie (quartiere San Giacomo, Via XI Settembre) la processione, che percorrerà Via XI Settembre, Via Mario Angeloni, Piazza Giacomo Matteotti, Corso Cavour e Piazza Venanzio Gabriotti, raggiungendo così la Cattedrale. Alla processione prenderanno parte tutte le confraternite della Diocesi con i loro gonfaloni; saranno presenti anche il sindaco di Città di Castello e il gonfalone del Comune, per sottolineare l’antico legame tra la città e la sua patrona. Fu il comune, infatti, a proclamare la Madonna delle Grazie patrona di Città di Castello nel 1783, esattamente 230 anni fa. La processione sarà accompagnata dal suono delle campane delle chiese della città e del campanone del palazzo comunale. Giovedì 22 agosto avrà inizio il triduo di preparazione, animato da padre Egidio Monzani dell’’Ordine dei Frati Minori Conventuali. Ogni giorno saranno celebrati i vespri (ore 18) e la S. Messa (ore 18,30). Giovedì 22 si terrà una celebrazione penitenziale e sabato 24 una veglia di preghiera, sempre alle ore 21. Di seguito riportiamo il programma dettagliato.

 

Programma Mercoledì 21 agosto, ore 21 Solenne processione dal Santuario della Madonna delle Grazie alla Basilica Cattedrale Partecipano tutte le Confraternite della Diocesi Giovedì 22 agosto – Venerdì 23 agosto – Sabato 24 agosto Triduo di preparazione animato da p. Egidio Monzani OFM Conv. Ore 7.45: lodi mattutine. Ore 8.30 e 10: S. Messa. Ore 17.30: S. Rosario. Ore 18: Vespri e S. Messa. Giovedì 22 agosto, ore 21 Celebrazione penitenziale e confessioni individuali sabato 24 agosto, ore 21 Veglia di preghiera Domenica 25 agosto Ore 7.45: lodi mattutine. Ore 8, 10.30, 12: S. Messa. Ore 17.30: S. Rosario. Ore 18: primi Vespri solenni e S. Messa. La celebrazione sarà animata dalla Schola Cantorum “Abbatini”. lunedì 26 agosto Ore 7.30: lodi mattutine. Ore 8, 9, 10, 11: S. Messa. Ore 17.30: Vespri solenni. Ore 18.30: S. Messa solenne. La celebrazione sarà animata dalla Corale “Marietta Alboni” e dalla Confraternita di Santo Spirito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*