Chiesa San Salvatore a Terni, veglia di preghiera vocazionale

veglia-di-preghieraTERNI – Venerdì 9 maggio alle ore 21 nella chiesa di San Salvatore si terrà la veglia di preghiera per le vocazioni in occasione della Giornata Mondiale delle Vocazioni dell’11 maggio.
Una preghiera corale per tutte le vocazioni, da quelle sacerdotali a quelle matrimoniali, alla vita consacrata, al diaconato o alla missione, promossa dal Centro diocesano Vocazioni. La veglia si snoderà con momenti di preghiera e testimonianze di una consacrata, di una coppia di giovani sposi e di un seminarista.

“Un’occasione per pregare perché il Signore doni nuove vocazioni alla diocesi – spiega don Luca Andreani, direttore del centro diocesano Vocazioni – e pregare per comprendere qual è la propria vocazione e come rispondere ad essa. Il tema scelto è “Apriti alla verità, porterai alla vita” per comprendere se stessi e la verità di Dio su di ciascuno di noi che siamo chiamati a collaborare per il suo regno. Caricati dall’amore di Cristo, si è capaci di un dono vero e profondo per trasmettere la vita naturale e quella di Dio nelle diverse modalità vocazionali”.
Altri appuntamenti promossi dal centro diocesano Vocazioni sono per domenica 11 maggio al santuario della Madonna del Ponte di Narni scalo per il terzo incontro diocesano dei ministranti dalle 15.15 alle 17.30

Infine, domenica 18 maggio l’incontro per i giovani in ricerca vocazionale dalle ore 16 ad Amelia presso le suore benedettine di San Magno di Amelia per poi spostarsi a Macchie nella comunità dei padri Vocazionisti dove ci sarà un momento di riflessione con testimonianze, la preghiera, e il confronto in vista del campo vocazionale estivo in programma dal 4 al 9 agosto nella diocesi che propone un cammino comunitario capace di accrescere le energie migliori nella condivisione e fraternità.

E lo stesso papa Francesco che nel messaggio per la giornata mondiale delle vocazioni sottolinea come “La vocazione è un frutto che matura nel campo ben coltivato dell’amore reciproco che si fa servizio vicendevole –, nel contesto di un’autentica vita ecclesiale. Nessuna vocazione nasce da sé o vive per se stessa. La vocazione scaturisce dal cuore di Dio e germoglia nella terra buona del popolo fedele, nell’esperienza dell’amore fraterno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*