Silvio Ferraguti, di Forza Italia: “Ridare speranza agli italiani”

SILVIOferragutida Tania Papetti Ufficio stampa
Silvio Ferraguti, di Forza Italia: “Ridare speranza agli italiani” PERUGIA – <Bisogna tornare ad agire nell’interesse del cittadino, perché è lui il vero protagonista della politica>. Silvio Ferraguti, candidato al rinnovo del Parlamento Europeo con Forza Italia ha le idee chiare: <Quello che purtroppo sto notando – ha aggiunto – è la mancanza di fiducia delle persone nei confronti della politica. Ecco, bisogna ridare una speranza. La speranza di tornare a credere nelle istituzioni, che in questi anni  non hanno saputo dare nessuna risposta concreta>.

Negli incontri che ha tenuto nei giorni scorsi in Umbria, a Perugia, Terni e Bastia Umbra Ferraguti ha affrontato molteplici tematiche: prelievo fiscale, stretta creditizia, burocrazia. Ma soprattutto ha affrontato i temi dell’agricoltura, del turismo, dell’industria e delle infrastrutture, indispensabili per il rilancio economico dei territori. <Serve un cambiamento radicale.

Occorre promuovere e valorizzare una nuova fase di sviluppo basata su servizi efficienti e infrastrutture di qualità. In questa direzione l’Europa è un’opportunità, una nostra alleata. In un periodo di crisi come questo i finanziamenti, i fondi e i contributi europei rappresentano le uniche risorse.

Il mio compito da europarlamentare sarà quello di fungere da “antenna” per i territori, per segnalare progetti ed opportunità ad imprese ed enti locali>.  Ferraguti poi si è confrontato con diversi imprenditori del luogo, parlando di temi concreti.  <Bisogna rendersi conto – ha sottolineato –  che senza imprese non può esserci sviluppo. E allora il carico fiscale va diminuito subito. Basta con le promesse. Lo Stato e la Pubblica Amministrazione devono pagare i loro debiti nei confronti delle aziende per intero, immediatamente.

Bisogna esercitare una forte azione politica per far comprendere a tutti che la stretta creditizia va allentata: chi fa impresa ha bisogno di fiducia, non di percorsi ad ostacoli. Inoltre l’economia europea e italiana hanno bisogno di una nuova politica monetaria, perché l’euro così com’è sta impoverendo le nostre economie danneggiando le esportazioni. Solo allineando l’euro al dollaro si potrà rilanciare l’economia.>. E ha concluso: <La politica deve ritornare a trasmettere valori come etica, rispetto della persona ma soprattutto meritocrazia. Valori che personalmente mi hanno contraddistinto nella mia attività imprenditoriale e che porterò avanti con tenacia e determinazione>. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*