Proteste contro CasaPound, questi sono i “democratici”?

carla-spagnolida Carla Spagnoli (Presidente onorario del Movimento per Perugia)
Le proteste contro l’apertura della nuova sede perugina di CasaPound a Elce sono semplicemente vergognose! Da quando un movimento o un partito regolarmente costituito non può neanche avere una propria sede nel territorio? Che democratici sono coloro che vogliono mettere a tacere le opinioni, violando la libertà di pensiero? Il sindaco Boccali, fiutando il clima da campagna elettorale, si è subito affiancato ai contestatori dicendo che “Perugia respinge movimenti neofascisti che fanno di odio e razzismo la loro ideologia”… Ma a fomentare l’odio è questa sinistra che a parole si professa “democratica” ma che nei fatti ha sempre dimostrato di non voler tollerare nessun’altra idea non conforme al suo pensiero! Perché Boccali non condanna quegli estremisti che si richiamano all’ideologia totalitaria comunista? Perché non dice nulla sulle vittime dell’odio antifascista? Perché non ricorda gli anni della contestazione, quando i compagni non esitavano a picchiare i ragazzi che entravano a scuola? I contestatori antifascisti che bollano come “fascisti” e “fomentatori di odio” i ragazzi di CasaPound pretendono che il movimento non debba avere una sua sede a Perugia: anche questa è una violenza, e non è certo democratica!
Carla Spagnoli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*