PD PERUGIA, DANTE ANDREA ROSSI RIELETTO SEGRETARIO

4 CANDIDATI
I quattro candidati provinciali

(umbriajournal.com) PERUGIA – Dante Andrea Rossi è stato rieletto segretario provinciale del Pd di Perugia con 140 voti, pari al 58% del totale, durante l’assemblea che si è svolta oggi pomeriggio presso il Park Hotel di Ponte San Giovanni. Un’elezione dal dubbio futuro. Infatti a mezzogiorno di oggi era arrivato da Roma lo stop all’assemblea. Questa mattina, infatti, Davide Zoggia, responsabile organizzazione del Partito democratico, in una lettera alla presidente della Commissione per il congresso di Perugia, Cecilia Mazzoni, aveva annunciato che “la Commissione nazionale per il congresso ha accolto la richiesta di ricorso del candidato Valerio Marinelli di spostare l’assemblea congressuale fissata per il 10 novembre. L’assemblea dovrà quindi tenersi non oggi bensì entro e non oltre giovedì 14 novembre”. Ma a sorpresa le disposizioni di Zoggia non fermano i lavori già in corso. Le operazioni vanno avanti per l’intera giornata, fino all’elezione del segretario Rossi. In merito alla vicenda sono intervenuti i vari deputati umbri. In primis Walter Verini che ha definito la situazione un “caos”. “Credo che il Pd – ha detto – debba chiedere scusa agli umbri e ai tanti militanti ed elettori per lo squallido spettacolo offerto da questo regolamento di conti chiamato congresso”. “La comunicazione è stata resa nota quando l’assemblea era cominciata da almeno due ore”, ha sostenuto la presidente della Commissione per il congresso di Perugia Cecilia Mazzoni. “Le operazioni – ha aggiunto – si sono quindi svolte e concluse regolarmente”. Mazzoni, destinataria della comunicazione del responsabile nazionale del Pd, ha sostenuto di non avere ricevuto alcuna comunicazione formale. Poco dopo è arrivata anche la presa di posizione di Luigi Madeo, dirigente di area popolare, componente della commissione nazionale per il congresso del Pd. “La commissione nazionale per il congresso Pd, in merito alla richiesta di deroga sullo svolgimento dell’assemblea provinciale di Perugia ha deliberato che la stessa debba svolgersi entro e non oltre giovedì 14 novembre. Pertanto la data odierna scelta dal partito locale è assolutamente coerente con tale indicazioni. Chi vuole fare confusione sull’argomento abdica al ruolo di terzietà della commissione”. In serata è stato quindi il neosegretario Rossi a sottolineare che “i rappresentanti di tutti i candidati nella commissione provinciale non avevano rilevato irregolarita””. “Mano tesa comunque a tutti – ha aggiunti – perché siamo un’unica squadra e lavoreremo insieme”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*