LA MARINI CON BATINO E IL CENTROSINISTRA CASTIGLIONESE

Sergio Batino e Catiuscia Marini
Sergio Batino e Catiuscia Marini
Sergio Batino e Catiuscia Marini

(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Nonostante il tempo inclemente in tanti hanno partecipato sabato sera all’iniziativa organizzata dalla coalizione di centrosinistra che sostiene la candidatura a sindaco di Sergio Batino. Protagonista della serata la governatrice dell’Umbria Catiuscia Marini che, al Bar del Castello, ha parlato di sanità e di viabilità, due tra i temi più sentiti e che stanno infiammando la campagna elettorale di Castiglione del Lago. Dopo una breve introduzione di Margherita Banella e di Franco Bizzarri, entrambi candidati al consiglio comunale, ha preso la parola Sergio Batino: «Vorrei mettere la parola fine ad alcune questioni per evitare strumentalizzazioni elettoralistiche: l’ospedale di Castiglione del Lago sarà l’ospedale unico di territorio con investimento di 5 milioni di euro per l’ampliamento e per le attrezzature. Crediamo che in questo modo, insieme agli interventi a Città della Pieve, Passignano e Panicale, gran parte dei problemi legati alla sanità verranno risolti. Vorremmo che la Usl 1 procedesse con la massima rapidità». Poi Batino ha parlato dell’altro nodo, la viabilità: «Noi siamo vicini alla Toscana che presenta una viabilità significativamente migliore. Qualche settimana fa abbiamo firmato un accordo con la Giunta regionale e la Provincia per ulteriori 2 milioni di euro, oltre i 5 già stanziati, sulla variante 71: entro il 2014 dovrebbero partire le gare d’appalto. Ma tutta la viabilità del nostro Comune è drammatica e chiediamo una programmazione puntuale da parte della Regione, che sia adeguata al nostro territorio anche in vista dell’ammodernamento dell’ospedale. Abbiamo ancora 650 mila euro che attengono al Puc, previsti per la mobilità alternativa di collegamento fra il lago e il centro storico e abbiamo anche 200 mila euro di finanziamento per realizzare il parcheggio di via Belvedere, progetto abbiamo temporaneamente sospeso in attesa degli sviluppi legati all’ospedale. Chiediamo alla presidente Marini di farsi garante delle questioni oggetto della progettazione: la dislocazione dei servizi, cioè il pronto soccorso collocato fuori dal centro storico, su via Belvedere, questione su cui la Asl non ci ha ancora rassicurati».

Franco Bizzarri e Margherita Banella
Franco Bizzarri e Margherita Banella

La governatrice Marini nel suo intervento ha parlato anche di elezioni europee, ma è soprattutto sulle elezioni comunali che ha incentrato la propria attenzione. «Il Comune di Castiglione e il sindaco Batino hanno individuato delle priorità che sono legate all’importante ruolo di questo territorio che è quello connesso al turismo e con i fondi europei abbiamo affiancato i progetti specifici del Comune, come per l’area ex aeroporto, per la valorizzazione di beni ambientali per dare valore economico ad una parte fondamentale del territorio regionale. Nella programmazione 2014-2020 sono previsti fondi europei per i percorsi ciclabili per circa 1 milione e mezzo di euro che daranno un’offerta funzionale ed economica a questo territorio. Circa l’aeroporto di Perugia, ad esempio, abbiamo cercato di garantire collegamenti strategici con alcune città europee che avranno ricadute anche sul Trasimeno in termini di turismo». Poi la Marini ha fatto cenno alla situazione della viabilità: «Sulla variante alla 71 un confronto chiaro tra Comune e Regione ha fatto emergere la reale esigenza e fattibilità. Il contesto in cui era pensata quell’opera era completamente diverso dall’attuale da un punto di vista economico e finanziario, perché fino al 2010 la Regione umbra poteva fare un mutuo ogni anno di 50 milioni di euro con cui si finanziavano le manutenzioni della viabilità e le opere pubbliche, grazie alla legge regionale 46 per i piccoli e medi Comuni dell’Umbria. Dal 2012 questi 50 milioni sono stati azzerati, quindi le alternative erano: aspettare di avere i 20 milioni di euro previsti per la variante complessiva oppure operare con concretezza ridefinendo le ipotesi di variante aggiungendo ai 5 milioni altri 2, grazie ad uno sforzo sul bilancio regionale, scelta che ha prevalso sulle altre. Il Comune e la Regione sono pronti ad entrare nella fase operativa sollecitando la Provincia nelle procedure attuative. È stato un lavoro intelligente del sindaco Batino e di tutta l’amministrazione comunale che ha ridefinito le reali esigenze della popolazione anche in relazione al turismo». La governatrice ha quindi rassicurato i cittadini sulla concretezza e sulla rapida attuazione dei progetti in merito alla rimodulazione dell’offerta sanitaria al Trasimeno: «Castiglione sarà sede territoriale del servizio ospedaliero, per “acuti”, e deve avere tutti i servizi al suo interno compresa l’urgenza e l’emergenza in connessione al sistema regionale, che è in fase di riordino riguardo i punti di 118. Abbiamo stretto un accordo con la Regione Marche circa l’elisoccorso evitando doppioni e inutili sprechi. Il presidio di Città della Pieve non sarà per acuti ma per la riabilitazione per la quale le richieste nell’intera regione sono maggiori rispetto ai posti disponibili attualmente in Umbria. Stiamo riqualificando anche le dotazioni tecnologiche quali la Tac di ultima generazione, i mammografi ecc… A Terni sono andati 26 milioni di euro, a Narni-Amelia 15, al Trasimeno 10, di cui 5 a Castiglione del Lago». Infine Catiuscia Marini ha fatto il suo appello al voto. «Le tre liste che sostengono Sergio Batino, sono forti, coerenti, coese e condividono in modo chiaro tutto il progetto amministrativo provinciale e regionale: il centrosinistra è questo. Vorrei ricordare anche qui a Castiglione, a coloro che appoggiano altre liste civiche concorrenti con Batino, che il Partito Democratico non è un autobus nel quale si sale per convenienza e solo se si è il conducente. Le primarie si fanno, si rispettano sempre e poi tutti devono lavorare insieme. Forza Batino!». PD

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*