M5S, La grande fiera degli appalti e l’affarismo democratico

movimento_5_stelle_beppe_grillo_grilliniLe gare appaiono tutte «formalmente» regolari: bandi, punteggi, assegnazioni. Eppure, nel quadro degli appalti e delle concessioni di numerosi servizi affidati dal Comune di Perugia, un giro d’affari di milioni di euro all’anno, qualcosa non torna.

La domanda da porsi è se c’è davvero una reale concorrenza tra i soggetti in gioco, che garantisca l’efficienza dei servizi e il contenimento della spesa pubblica, o se le regole siano altre.

L’anomalia, anche ad una semplice visione d’insieme, appare evidente: quasi l’80% dei contratti pubblici è nelle mani delle cosiddette cooperative «rosse», i cui risparmi di spesa sono il più delle volte legati alla riduzione delle tutele dei lavoratori, malpagati e privati di una vera professionalità.

C’è un filo rosso, sotterraneo, ma che appare in tutta la sua evidenza ed imponenza; un filo rosso che collega fiumi di denaro e che annoda progetti apparentemente slegati tra loro, ma che in realtà rappresenta l’intreccio di interessi esistenti fra la c.d. “sinistra”, che ci governa e le cooperative rosse, bacini immensi di consenso elettorale. Un intreccio checonfluisce spesso in un palese conflitto di interessi, per la presenza tra gli amministratori di parenti ed affini dei nostri governanti, e tesserati di partito, certamente incompatibile con una sana e libera economia di mercato e con un’efficiente allocazione delle risorse pubbliche.

Tanti gli scandali, anche di questi giorni, che coinvolgono le cc.dd. cooperative rosse, divenute delle vere e proprie imprese capitalistiche che finanziano e procurano voti, in cambio di un’assegnazione preferenziale degli appalti pubblici: una sorta di “economia di scambio”, a danno dell’intero sistema economico,  e delle imprese fuori dal “giro”, alle quali non restano che le briciole, con conseguenze dannosissime per l’occupazione, la tutela dei lavoratori e la spesa pubblica.

Non abbiamo nulla contro le cooperative, sia chiaro, non viene messa in discussione la loro storia, qualità e il fatto che creino posti di lavoro. Quello che si condanna è la strumentalizzazione di una figura giuridica che dovrebbe avere esclusivamente lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità, la promozione umana e l’integrazione sociale dei cittadini, mediante la  gestione di servizi socio-sanitari o educativi e lo svolgimento di attività diverse – agricole, industriali, commerciali o di servizi – finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, ma che viene troppo spesso strumentalizzata ad altri scopi.

La necessità assoluta di liberare risorse per favorire servizi più efficienti per i cittadini, sostenere l’iniziativa economica privata sana e la piena tutela dei lavoratori e della loro professionalità richiede l’adozione immediata di misure di legalità e trasparenza nelle gare pubbliche, per eliminare quelle tante, troppe zone grigie attualmente esistenti nelle gare pubbliche. Urge adottare sistemi correttivi quali la stima del reale valore dei contratti di servizio, e disporne la pubblicazione online, introdurre misure di trasparenza e digitalizzare tutte le procedure di gara, consentire la sola presentazione telematica delle offerte, provvedere quanto prima alla creazione della Stazione Unica Appaltante Comunale (SUAC), ed inserire sistemi di controllo dell’anomalia dell’offerta anche per le concessioni di servizi.

 

Avv. Cristina Rosetti

Candidata portavoce Comune di Perugia

MoVimento 5 Stelle Perugia

Il #stiamoarrivando tour farà tappa:

22/05/2014  ore 17.30 #chiedimicome 3° appuntamento aperitivo “Rosso Vino” Corso Garibaldi

22/05/2014  ore 21.00 CVA Colle Umberto
23/05/2014 dalle ore 18.00 CENA – EVENTO DI FINE #STIAMOARRIVANDO TOUR, CON COLLEGAMENTO STREAMING PER SEGUIRE LA DIRETTA CON BEPPE GRILLO DA ROMA. Vineria Bellucci – Montebello

1 Commento

  1. Purtroppo è proprio come dici. Mio padre, Avvocato, , ha difeso alcuni dei personaggi coinvolti in “Appaltopoli” . Tutti onesti imprenditori….eh già….. #vinciamonoi
    Non sono più residente a Perugia, mi sono trasferito a Firenze, ma posso assicurare il mio appoggio al meet up di questa meravigliosa città. Un giorno tornerò a Perugia ed insieme cercheremo di cambiare le cose anche li.

    Ciao Cristina, grazie per quello che fai

    Francesco Innamorati

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*