Le grandi città umbre, tutte al ballottaggio l’8 giugno 2014

ballottaggio-comunali-2013Andranno tutte al ballottaggio le grandi città umbre. Il centrosinistra si sfiderà con il centrodestra, mentre il M5S non sfonda per niente. Tutti gli altri partiti sembrano scomparsi. Perugia, Terni, Bastia Umbra, Gualdo Tadino, Gubbio, Foligno, Marsciano, Spoleto e Orvieto, si rivedranno tutte insieme tra 15 giorni. Sarà l’8 giugno e i cittadini torneranno alle urne, ma questa volta con convinzione e sicurezza dovranno barrare il nome del loro sindaco preferito.

Sarà Ballottaggio Perugia. Nel capoluogo di regione il nome del nuovo sindaco non si conoscerà fino al prossimo 8 giugno, giorno del ballottaggio. Il candidato del centrosinistra Wladimiro Boccali infatti non ce la fa a superare il 50%. Insieme il sindaco uscente, che si è aggiudicato 46,52 % delle preferenze, andrà al ballottaggio il candidato sindaco del centrodestra Andrea Romizi (26,37%). Cristina Rosetti del M5s si è invece arrestata al 19,1%. Ancora più staccati tutti gli altri: Urbano Barelli al 3,74%, Dramane Diego Waguè al 2,5% e Adriana Galgano di scelta civica all’1.74% Il sindaco uscente Wladimiro Boccali parla di “risultato lusinghiero”. Poi aggiunge in una nota:Nei cinque anni passati, abbiamo dovuto far fronte alla peggiore crisi sociale ed economica dal secondo dopoguerra e abbiamo subito aggressioni e invettive personali esclusivamente tarate sulla rabbia e le paure della gente. Non ho ascoltato, in questi giorni di campagna elettorale da parte degli altri candidati, alcuna proposta concreta che veda al centro Perugia ed i suoi cittadini. Nonostante l’estrema frammentazione delle candidature, la nostra proposta ha comunque saputo ottenere un risultato numericamente importante, che ovviamente andrà valorizzato, in queste due settimane cercando di alimentare in maniera ancora più forte l’entusiasmo da cui siamo già circondati.”

Ballottaggio anche Terni, ma c’è un possibile ricorso del M5S, che denuncia l’annullamento di circa 2000 voti ritenuti invece validi. Dichiarazione di Franco Todini: “Non nascondo che non è il risultato che mi sarei aspettato. Nei miei incontri con i cittadini ternani, che non sono stati pochi, ho tratto la convinzione che questa città avesse necessità e voglia di cambiare. Evidentemente mi sono sbagliato. La città va bene così com’è. Prendo atto democraticamente. Rivolgo infine un vivo ringraziamento alla squadra che mi ha supportato ed a coloro che hanno creduto nell’avventura un po’ folle nella quale abbiamo creduto e nella quale ancora fermamente crediamo”.

Bastia Umbra andrà al ballottaggio. A sfidarsi saranno il Sindaco uscente Stefano Ansideri della coalizione del Centrodestra, e la candidata a Sindaco Simona Carosati del Centrosinistra. Marcello Rosignoli, invece, rimane a casa. Il M5S non sfonda. Ansideri ha ottenuto 5.542 pari al 46,46%, i voti a Simona Carosati sono stati 4.657 pari al 39,04% e Marcello Rosignoli con 1.728 voti pari al 14,48%.

Ballottaggio anche a Foligno. Anche se alle ore 00.30 erano state scrutinate 38 sezioni di 54, i primi dati  emersi dimostrerebbero una probabile sfida tra Nando Mismetti del Centrosinistra e Stefania Filipponi del Centrodestra che hanno ottenuto rispettivamente il 41,02% e il 25,28%.

A Gualdo Tadino ballottaggio per il candidato sindaco di centrosinistra Massimiliano Presciutti, che con il 33,2% ha comunque superato di qualche lunghezza l’avversario Roberto Morroni che ha raggiunto il 31,4%. A seguire Brunello Castellani con il 15,6%, Ermanno Rosi con il 10,25%, Troiani Stefania con il 8,1% e Cotulelli Franco con l’1,6%.

Ballottaggio a Gubbio: Si deve attendere il turno di ballottaggio fissato per l’8 giugno per sapere chi sarà il prossimo sindaco di Gubbio. Nella città dei Ceri, in linea con il trend degli altri centri maggiori dell’Umbria, è necessario un secondo turno che vedrà contendersi la fascia di primo cittadino i due candidati più votati: Ennio Palazzari e Filippo Stirati. Il primo ha ottenuto al primo turno il 25,61% dei voti, il secondo 41,01%.

A Marsciano dopo il risultato definitivo: Sono mancati pochissimi voti ad Alfio Todini per evitare il ballottaggio: il candidato sindaco di Marsciano infatti si è attestato al 48,6% staccando pesantemente tutti gli altri candidati. Ranieri sabatino si è arrestato al 19,7%, Pilati Andrea al 12,15%, Santi Federico al 9,1%,Brunori Giorgio al 7,8% e Costantini Cristiano al 2,6%.

Ha un sapore dolce-amaro il risultato elettorale di Giuseppe Germani candidato del centrosinistra ad Orvieto. Per una manciata di voti sfuma l’obiettivo della vittoria al primo turno e va al ballottaggio. Pare che gli siano mancati una decina di voti tanto che si è proceduto in serata al riconteggio delle schede. Si è fermato di poco al di sotto della soglia del 50% più uno distaccando comunque nettamente il sindaco uscente Concina (34,6%), Vergaglia (6,4%), Ricci (5,28%) e Frizza (4,2%).

A Spoleto si andrà al ballottaggio. Il candidato sindaco del centrosinistra Dante Andrea Rossi, infatti, pur staccando gli altri contendenti non riesce a superare il 50%. Rossi dunque raccoglie il 38,1% dei voti, Cardarelli Fabrizio si arresta al 25,4%, Emili Giampaolo al 13,8%, Grossi Guido del Movimento 5 stelle al 13,5%, Brunini Massimo al 6,7% e Coltorti Maura al 2,4%.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*