IL CENTROSINISTRA CASTIGLIONESE HA PRESENTATO LE LISTE CHE APPOGGIANO SERGIO BATINO

I candidati del centrosinistra
I candidati del centrosinistra
I candidati del centrosinistra

(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Grande partecipazione alla presentazione ufficiale delle tre liste di centrosinistra che appoggeranno Sergio Batino nella corsa alla riconferma alla poltrona di sindaco di Castiglione del Lago; le elezioni si svolgeranno il prossimo 25 maggio e si voterà solo la domenica dalle 7 alle 23. A Castiglione c’è la grande novità (e grande incognita) del nuovo sistema elettorale a doppio turno previsto per i comuni sopra 15.000 abitanti: se nessun candidato supererà il 50 per cento dei voti validi si dovrà andare al ballottaggio, fra i primi due candidati più votati, fissato per l’8 giugno. Il candidato sindaco, e sindaco in carica, Sergio Batino ha aperto la serata con un breve intervento. «La qualità dell’ambiente, la bellezza del paesaggio, il livello dei servizi e, aggiungo, anche la tenuta del nostro tessuto sociale, fa di Castiglione del Lago uno dei posti più belli al mondo per vivere. Dobbiamo fare di questa indiscutibile qualità e bellezza, riconosciuta in tutto il mondo, un grande elemento di forza e di attrazione turistica. Nella prossima legislatura avremo finalmente tante risposte alle esigenze dei cittadini. Su tutti l’ospedale di Castiglione che diventato l’ospedale centrale del Trasimeno, con il potenziamento di chirurgia e medicina, il rilancio del punto nascita e la realizzazione di un pronto soccorso “H24”, la TAC sarà attiva fra poche settimane, il servizio dialisi». Per Batino però, è essenziale sempre il contributo attivo di tutti i cittadini che, con un rilancio del senso civico e delle “buone pratiche” di ogni giorno, permetterà di fare un ulteriore salto di qualità al paese: «La raccolta differenziata – ha detto Batino – potrebbe diventare un elemento di “attrazione turistica” diventando un comune leader per quantità e soprattutto per qualità della raccolta. Tutti sono chiamati a fare la propria parte anche in questo segmento del “vivere in comunità”, evitando di gettare rifiuti lungo le strade e nei nostri boschi e vigilando attivamente per evitare che altri lo facciano». I castiglionesi devono essere più ambiziosi per Batino, più proiettati verso un futuro di crescita armoniosa e qualitativa: «Queste elezioni possono determinare una svolta significativa e permettere la ripartenza del nostro paese, del capoluogo e delle frazioni, che vanno riscoperte e valorizzate. In questa ottica abbiamo pensato a fondi per il recupero dei centri storici e, già efficace con il nuovo regolamento edilizio, all’abbattimento degli oneri per chi investe nei centri dei nostri paesi. Onestà, buon senso, concretezza e voglia di costruire il futuro sono le parole che contraddistingueranno la nostra campagna elettorale e le nostre tre liste lavoreranno unite in questa direzione».

Il segretario comunale del PD Mario Felicioni ha presentato i candidati. Da sottolineare la presenza di 7 donne, 6 nuovi candidati con la riconferma di 10 elementi della passata legislatura, fra consiglieri e assessori. I candidati del PD, che saranno collocati in ordine alfabetico, sono: Margherita Banella, Marco Arcangioli, Franco Bizzarri, Italo Bordini, Ivana Bricca, Giorgio Fanfano, Riccardo Garzi, Laura Mazzeschi, Alessio Meloni, Marino Mencarelli, Paola Pasquoni, Sara Petruzzi, Matteo Rocchini, Omar Sacconi, Maria Laura Sebastianelli, Mariella Spadoni. «Le primarie ci hanno rafforzato poiché è stato un confronto aperto, anche duro ma sempre costruttivo – ha detto Felicioni – che ci ha dato elementi utilissimi per redigere il programma che presenteremo ha tutti i cittadini in questa campagna elettorale. Per la prima volta compare il simbolo del PD a Castiglione del Lago e la nostra lista è stata composta tenendo conto di valutazioni politiche, con il coinvolgimento di tutti i circoli e tutto il gruppo dirigente comunale e coprendo tutto il territorio comunale».

Oscar Monaco, segretario comunale di Rifondazione e Ivano Possieri, segretario comunale di SEL, hanno poi presentato la lista “A Sinistra per Castiglione del Lago”. «Finalmente la sinistra è unita insieme al resto del centrosinistra – ha dichiarato Monaco – e questo è positivo in una situazione di grave crisi. La sinistra deve rappresentare e dare risposte alle famiglie in difficoltà, recuperando i valori storici che ci contraddistinguono, rimettendo al centro della discussione politica la democrazia, il lavoro, la difesa dei beni comuni. Dobbiamo dare risposte a quella società che rifiuta il dominio feroce dei mercati e della finanza: crediamo che qualcosa si può  fare anche a livello comunale per iniziare un’inversione di tendenza, implementando i fondi di solidarietà o incrementando i fondi per l’imprenditoria giovanile». Ivano Possieri ha ricordato il percorso di composizione della lista “A Sinistra”, con l’inserimento di lavoratori precari, disoccupati, impiegati, commercianti, professionisti, casalinghe, insegnanti e studenti, con la significativa presenza di un candidato rumeno in rappresentanza della folta comunità straniera comunitaria. Ecco i 16 candidati: Matteo Baccanella, Maria Rita Fortino, Mattia Baldoni, Sara Giannarelli, Giorgio Bianciardi, Daniela Masci, Claudio Bianconi, Enrica Elena Pierini, Nicola Cittadini, Silvia Rutelli, Giorgio Deboli, Massimo Del Pizzo, Sauro Gostinicchi, Marco Maffetti, Simone Meacci, Florin Vicol. Per Possieri l’obiettivo è quello di vincere al primo turno: «Con questo entusiasmo, con questa unità d’intenti e con questa sinergia vedo l’impresa possibile».

Romeo Pippi ha poi presentato la lista civica “Castiglione del Lago per Sergio Batino” che vedrà rappresentato, nel segno della continuità, il mondo dell’impresa e del lavoro, delle associazioni sociali e sportive, della cultura, del mondo moderato cattolico e laico, ma anche di quella sinistra che non si riconosce nei partiti tradizionali. «Il simbolo ricalca quello di Sergio Batino nel 2009 – spiega Romeo Pippi, assessore allo sviluppo economico e principale promotore della lista – quando ogni candidato sindaco aveva una sola lista, ma con alcune modifiche, caratterizzando meglio lo “skyline” del centro storico con l’inserimento di 13 stelle che indicano le dodici frazioni e il capoluogo del nostro comune. Con questo simbolo si vuole sostenere la continuità rappresentata dal sindaco Batino, l’affermazione del positivo operato di questi cinque anni e della necessità di proseguire il lavoro “nello stesso verso” come recitava un indovinato slogan della vittoriosa campagna delle primarie del 2 marzo. Importante è il colore verde che simboleggia l’agricoltura e l’ambiente: l’agricoltura che è il cuore tradizionale dell’economia locale e l’ambiente che se tutelato e protetto è il migliore investimento per il nostro futuro anche in chiave turistica. Questa lista tenta di dare rappresentanza alla complessità sociale di Castiglione del Lago e cercherà di intercettare quei voti di opinione e non ideologici che hanno stima e fiducia in Sergio Batino. Abbiamo un’idea di società che garantisca gli stessi diritti a tutti ma che chieda in cambio il rispetto dei doveri di cittadinanza. Particolare attenzione da parte nostra alle questioni relative alla sicurezza dei cittadini, argomento attuale e che pregiudica di molto la qualità della vita dei nostri territori». Della lista “Sergio Batino” fanno parte Romeo Pippi, Eraldo Ciarini, Daniz Lodovichi, Luigi Maccauro, Mauro Agnelli, Mattia Volpi, Sergio Brugi, Franco Tassi, Letizia Tiezzi, Emilia Batinti, Caterina Bizzarri, Kety Bordini, Cristina Lorenti: nelle prossime ore verranno ufficializzati gli ultimi tre candidati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*