CASTIGLIONE, BILANCIO VIRTUOSO E PRIMO PRG COPIANIFICATO

Sergio Batino
Il sindaco Sergio Batino

Castiglione del Lago – Conferenza stampa questa mattina a Palazzo della Corgna. La Giunta comunale di Castiglione del Lago ha presentato ufficialmente il Bilancio di previsione 2013, la nuova Tares e la fase conclusiva del nuovo Piano Regolatore Generale.

«La Giunta comunale ha lavorato e continua a lavorare con il massimo impegno – ha esordito il sindaco Sergio Batino – per dare il massimo alla nostra collettività, in termini qualitativi pur dovendo affrontare le grandi difficoltà che la situazione attuale del Paese ci propone. Per quanto riguarda il Bilancio 2013 abbiamo rispettato gli obiettivi che ci eravamo posti: mantenere inalterati i servizi senza aumentare le tariffe, con un occhio sempre alla solidarietà».

L’assessore al bilancio, finanze e tributi Franco Bizzarri ha ricordato la progressiva diminuzione dei trasferimenti dallo Stato (meno 560.000 euro nel 2013 rispetto al 2012) che ha costretto l’Amministrazione a fare delle scelte. «Abbiamo tagliato tutto il possibile, senza aumenti tariffari e mantenendo i servizi essenziali, con un lavoro paziente e capillare, capitolo per capitolo, che è durato mesi ma che ha dato i suoi frutti. Notevoli risparmi sugli affitti passivi, come quello che il Comune pagava per la Guardia di Finanza, oppure sui costi della piscina comunale che, passata alla gestione esterna, ha consentito un risparmio di circa 70.000 euro. Abbiamo poi ridotto i costi del personale di circa 160.000 euro in un anno e la spesa corrente è diminuita di ben 214.000 euro. Il Comune ha sempre rispettato ampiamente il patto di stabilità e il limite di indebitamento dell’8%, che è il rapporto tra spese correnti e mutui. Altra cosa da segnalare l’aumento del fondo sociale di solidarietà per l’aiuto delle famiglie in difficoltà, finalizzato al pagamento delle tariffe e delle tasse comunali».

Capitolo a parte è dedicato alla Tares. «Sono aumentati i canoni di smaltimento e poi il Governo obbliga i Comuni a coprire il servizio di smaltimento dei rifiuti al 100% con le tariffe, rispetto al 96-97% degli anni scorsi. L’aumento medio – prosegue Bizzarri – rispetto alla Tarsu del 2012, è dell’8,31% per le utenze domestiche, mentre per le utenze non domestiche l’aumento è del 10,69%. I nostri tecnici hanno dovuto fare un particolare e approfondito lavoro di parametrazione per attenuare gli aumenti alle famiglie numerose o, per ciò che riguarda le imprese, applicando un coefficiente più basso quando gli aumenti diventavano insostenibili per alcune categorie. La questione cambierà ancora a partire dal 2014, con un controllo preciso dei carichi di indifferenziato conferiti dalle famiglie o dalle imprese: questo valore diverrà quindi una nuova componente nel calcolo finale della tariffa». Per i servizi a domanda individuale le tariffe restano invariate: per le fasce di reddito più basse, sono ferme da oltre 10 anni. La copertura tariffaria di questi servizi è del 74% sul totale dei costi di gestione.

 

Carta dei Caratteri (centro Castiglione)Piano Regolatore. Nelle sedute del Consiglio comunale del 28 e 29 ottobre è stata deliberata la presa d’atto del parere favorevole della Regione Umbria in tema di Valutazione Ambientale Strategica e, soprattutto, sono state esaminate e votate tutte una per una le controdeduzioni alle circa 170 osservazioni presentate in relazione alla parte strutturale del nuovo P.R.G. A questo punto, lo strumento urbanistico in esame sarà sottoposto al vaglio della Provincia di Perugia, che convocherà un’apposita conferenza istituzionale al termine della quale il nuovo Piano sarà definitivamente approvato dal consiglio comunale.

«Un altro importante passo è stato compiuto sulla strada della “messa” a pieno regime del nuovo piano regolatore castiglionese – ha dichiarato Nicola Cittadini, Assessore comunale all’Urbanistica – prima effettiva applicazione integrale della L.R. 11/05 ed avente carattere dichiarato di sperimentalità e di piano “pilota” per la stessa Regione Umbria. Non si può dimenticare in proposito che Castiglione del Lago è stato il primo Comune a sottoscrivere con la stessa Regione e con la Provincia di Perugia l’accordo di copianificazione che detta principi e criteri direttivi tanto stringenti quanto condivisi cui ci si è attenuti con scrupolo ed attenzione».

«Occorre rilevare – sottolinea Cittadini – che dopo aver svolto circa trenta commissioni urbanistiche in via prodromica all’adozione della parte strutturale del nuovo P.R.G., avvenuta nel settembre 2012, si sono tenute altre dodici riunioni di tale fondamentale assise, sempre  correttamente presieduta da Daniz Lodovichi, in cui è stato effettuato un esame capillare e di dettaglio di tutte le osservazioni formulate da privati, imprenditori, associazioni di categoria e partiti politici, nella ricerca costante del miglioramento del piano e dell’uniformità di giudizio e trattamento delle varie questioni».

L’Assessore Cittadini ringrazia tutti i tecnici con particolare riferimento all’ing. Stefano Torrini, Coordinatore generale del nuovo P.R.G e all’arch. Mauro Marinelli, Capo Area Urbanistica, per la disponibilità a fornire tempestivamente il materiale richiesto, per i chiarimenti richiesti ed ogni elemento fornito per mettere tutti i consiglieri e gli amministratori in grado di ponderare con serenità e cognizione di causa le tematiche oggetto di approfondimento. «Da segnalare anche la massima collaborazione intercorsa anche con i tecnici privati, che hanno dato il loro positivo apporto al nuovo PRG».

«Le linee guida che hanno diretto il lavoro e l’impostazione del PRG – ha concluso Cittadini – da parte della maggioranza sono sempre le stesse: massima attenzione per l’ambiente, tutela del paesaggio, contenimento del consumo di nuovo suolo, assoluta trasparenza delle scelte, partecipazione continua (di cui ha ampiamente dato conto la stessa Regione nel predetto parere VAS), disponibilità al dialogo ed al confronto, promozione dei meccanismi di perequazione e compensazione urbanistica tenendo conto dei diritti dei privati ma sempre nell’interesse pubblico, coerenza integrale con i dettami del documento programmatico approvato nel febbraio 2009».

«Tutto il nostro lavoro sul PRG – ha confermato il sindaco Batino – ha avuto sempre presenti i criteri di partecipazione e trasparenza, di diminuzione del consumo di suolo, portando avanti un modello urbanistico che oltre a riconoscere i legittimi interessi privati, valorizza i servizi rivolti alla collettività».

Entro pochi mesi verrà approvato anche il nuovo Regolamento Edilizio Comunale che rinnova un documento vecchio di dieci anni e ormai superato. Il Regolamento recepirà le nuove normative intervenute e correggerà alcune distorsioni applicative del vecchio documento. «Il nuovo Regolamento conterrà anche alcuni piccoli incentivi sul versante della riqualificazione edilizia e del recupero e miglioramento dei centri storici».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*