CasaPound invita Boccali, “Venga ad un incontro pubblico”

CasaPoundSEDEperugia“Invitiamo il sindaco Boccali per un incontro pubblico presso la nostra sede, così, anziché lanciare frecciate contro la nostra associazione senza nemmeno conoscerla, potrà verificare di persona la realtà dei fatti, ed illustrare a sua volta i metodi con i quali ha gestito la città in questi anni”. Lo afferma Antonio Ribecco, responsabile cittadino di CasaPound Italia, in merito alle polemiche sollevate contro l’associazione in seguito all’inaugurazione della nuova sede di Perugia.
“Se accettasse – aggiunge Ribecco – il nostro Sindaco potrebbe spiegare a simpatizzanti di Cpi e comuni cittadini come funziona la gestione della terrazza del mercato coperto ad esempio, gestione che dal 1998 è affidata all’Arci, la quale per l’utilizzo dei locali paga 900 euro di affitto al comune, ma che poi delega l’effettiva gestione a soggetti terzi, riscuotendo da essi la modica somma di 25mila euro. Potrebbe spiegare come mai all’ex avvocato del comune viene corrisposta una pensione il cui importo supera lo stipendio del presidente Obama, oppure indicarci le motivazioni che lo hanno spinto a desertificare il centro storico con una politica scellerata a favore di centri commerciali di periferia che crescono come funghi, o ancora illustrarci il perché di una frana a due passi dal centro storico lasciata così com’è da tempo immemore creando disagi e cali di lavoro ai cittadini ed i commercianti di piazza Grimana”.
“Così magari – conclude Ribecco – cercheremo di capire se è proprio necessario alzare un polverone per l’apertura della sede di un’associazione regolarmente riconosciuta come CasaPound, che opera nel sociale, offre assistenza legale e non solo ai cittadini in difficoltà e partecipa di diritto alle elezioni amministrative in molte città italiane, oppure se magari sia il caso di concentrarsi su ‘qualcosa’ di realmente importante”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*