AUMENTO DEL FONDO SOCIALE. PER BATINO SERVE UN ALLENTAMENTO DEL PATTO DI STABILITÀ

15115_castiglione_del_lago_palazzo_della_corgna(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – L’amministrazione comunale di Castiglione del Lago ha aumentato in maniera considerevole il fondo sociale di solidarietà che, come noto, serve ad aiutare le famiglie residenti che si trovano in difficoltà economica. Questa ulteriore parte straordinaria di aumento, fissata in euro 20.000 in sede di assestamento di bilancio di previsione, reperita attraverso tagli e risparmi operati sulla spesa corrente del Comune, è finalizzata esclusivamente al pagamento dei tributi comunali. In pratica, tutti coloro che per difficoltà economiche, certificate ed accertate, non saranno in grado di pagare, in tutto o in parte, l’IMU, la TARES o altri tributi comunali, potranno attingere a questa parte del fondo per farvi fronte.

«Per quanto attiene l’IMU non abbiamo effettuato alcun aumento delle tariffe già determinate nell’anno 2012 – ha detto Franco Bizzarri, assessore comunale a bilancio, finanze e tributi – come invece hanno fatto molti Comuni in tutta Italia ed anche nella nostra Regione. Quello che, purtroppo, non è stato possibile fare per quest’anno è l’equiparazione della seconda casa, se concessa in comodato ai figli, alla prima casa, con conseguente esenzione dall’IMU. L’amministrazione pensa, però, che la citata equiparazione sarà possibile dal 2014, sempre che lo Stato non modifichi ulteriormente la normativa dettata in materia e/o non operi ulteriori e drammatici tagli alle risorse degli Enti Locali. In ogni caso, anche per quest’anno sarà possibile, proprio in virtù dell’aumento del fondo di solidarietà di cui sopra che è, ricordiamo, finalizzato solo al pagamento dei tributi locali, per coloro che hanno un reddito basso chiedere un contributo per pagare l’IMU sulla seconda casa concessa in comodato ai figli».

Ma grande attenzione viene posta dal Comune alle dichiarazioni ISEE. «Gli uffici comunali – spiega Gianna Pazzaglia, presidente della commissione finanze, bilancio e tributi – segnalano sempre le posizioni sospette alla Guardia di Finanza e all’Agenzia delle Entrate, con evidente priorità alle dichiarazioni ISEE “zero” e a quelle, comunque, sospette».

«Mentre tantissimi Comuni italiani sono in difficoltà e a volte in situazione di grave dissesto – sottolinea il sindaco Sergio Batino – Castiglione del Lago è un Comune virtuoso, con un bilancio “sano” da tanti anni, che rispetta il Patto di Stabilità. Noi non tagliamo i servizi, come hanno fatto in tanti, e abbiamo costantemente ridotto i costi di gestione e del personale: questo ci permette di non aumentare le tasse, tranne quando è lo Stato che ci obbliga a farlo, come per la TARES. La nostra azione, come anche quella di altri Comuni virtuosi, dovrebbe essere premiata dal Governo attraverso un allentamento del Patto di Stabilità. Un allentamento finalizzato a sbloccare nuovi investimenti sul territorio, liberare risorse utili e produttive che potrebbero contribuire a far ripartire l’economia di tutta Italia».

«Va sottolineato poi che Castiglione del Lago ha un elevato livello di servizi comunali offerti – conclude Gianna Pazzaglia – come la piscina di viale Trappes (unica nel territorio), il Cinema Caporali unico fuori dal circuito delle multisale, le mense a prezzi contenuti, i nidi, il servizio trasporti garantito in un territorio vastissimo per un comune di “soli” 15.000 abitanti».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*