Angelino Alfano a Perugia, lancia frecciate a Forza Italia

ALFANO A pERUGIAImpeccabilmente puntuale il ministro degli Interni Angelino Alfano che, una volta entrato al Caffè di Perugia, ha stretto mani ed elargito sorrisi. Ma dietro quella facciata di convivialità il leader dell’Ncd qualche sassolino dalla scarpa se lo è subito tolto. L’ex delfino di Silvio Berlusconi non ha, infatti, mancato di tirare qualche fredda “frecciatina” a Forza Italia che, come ha sottolineato Alfano “dimostra di non essere né carne e né pesce, infatti la mattina sta all’opposizione, il pomeriggio è così così, e la sera si schiera dalla parte del Governo”. Immediata parte la promessa al capoluogo umbro da parte del Ministero degli Interni: “Posso giurare che non verrà tolto un suolo uomo dalla città di Perugia, perché la sicurezza per me è un elemento fondamentale per il quieto vivere. I cittadini possono stare tranquilli, non verrò a meno alla promessa fatta”. Per il Ministro degli Interni non c’è altra scelta per l’elettorato del centrodestra: “L’Ncd è, infatti, l’unico partito che simboleggia il cambiamento, perché il MoVimento5Stelle è espressione solo di rabbia, mentre Forza Italia è un voto inutile, perciò a chi non è di sinistra non rimane che votare noi”. Applausi a non finire da parte degli esponenti presenti nella piccola sala del Caffè di Perugia. Presenti gli immancabili Luciano Rossi e Massimo Monni, rispettivamente coordinatore regionale e provinciale. A rispondere all’appello anche il candidato dell’Ncd alle elezioni Europee Maria Rosi, il capogruppo del partito in Consiglio regionale, Massimo Mantovani e il sentare Franco Asciutti, oltre ovviamente ai candidati in lista.

Ma è proprio dell’Europa che il leader dell’Ncd vuole parlare. In tutto quattro i punti principali elencati che riassunti sono sostanzialmente la difesa dell’euro, dando maggiori poteri a Mario Draghi, attuale Presidente della Bce, costo del denaro uguale per tutti, dato che gli imprenditori italiani sono costretti a sborsare cifre maggiori alle banche per accendere un mutuo, rispetto agli altri imprenditori europei. E ancora difesa della frontiera e delle coste, perché chi giunge in Italia per scappare dalle guerre deve diventare una responsabilità anche per gli altri paesi e infine sobrietà e ammortizzamento dei costi della politica, chiudendo la sede di Strasburgo. Ma alla fine il concetto di Angiolino Alfano arriva diretto: “Noi puntiamo sulla famiglia, i lavoratori autonomi e gli imprenditori”.

Ma volgendo lo sguardo all’Italia il leader dell’Ncd dichiara: “”Stiamo puntando ad allargare il bonus di 80 euro anche a chi supera i 1.500 euro”. Il bonus, secondo Alfano, verrebbe legato alla composizione della famiglia. Ad esempio, ha specificato, “per chi ha un reddito di 1.800 euro e due figli, di 2.200 euro e tre figli, e di 2.600 e 4 figli”. E per quanto riguarda il Pil “visto che si tratta del meno 0,1 per cento, non si può parlare di tracollo e per il futuro ci sono indizi economici positivi che ci fanno ben sperare”. Entrato nell’auto blu scortato, Alfano si recherà sempre nella giornata di oggi a Foligno e Spoleto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*