Amministrative, Mori: “Il mio impegno per le donne”

Rotatoria a Ferro di Cavallo, approvazione dell’ODG della consigliera Mori

Emanuela_Mori1“Stare dalla parte delle donne che hanno subito delle violenze, fisiche o psicologiche, in casa o sul lavoro, è una mia precisa scelta che ritengo di civiltà, di giustizia e di rispetto dei diritti umani fondamentali”. Emanuela Mori, candidata al Consiglio Comunale nella lista del Pd, si mette in gioco anche personalmente sulla questione della violenza di genere.

“La scelta – spiega Mori – deriva anche da un mio vissuto personale, da un episodio di molestie che io stessa ho subito e che mi ha molto cambiato. Con l’aiuto delle forze dell’ordine, ne sono uscita senza problemi, ma l’episodio mi ha spinto indubbiamente a riflettere sulla necessità di fare qualcosa contro ogni forma di violenza, in particolare sulle donne. Ho deciso di scendere in campo in prima persona e fare qualcosa di concreto: la scelta della mia candidatura è in parte legata anche a questa decisione”.

“Nel quadro degli  impegni che intendo portare avanti – dice Emanuela Mori – una buona parte sarà destinata a questi obiettivi. Metterò a disposizione le mie esperienze per promuovere iniziative a tutela delle donne: la cultura delle legalità deve assolutamente prevalere. Partendo dai lavori svolti in seno alla Commissione Pari Opportunità della Provincia di Perugia e sul fronte della legalità – continua Emanuela Mori – mi attiverò per far camminare le idee che possono concretizzarsi come iniziative per il potenziamento dei servizi di supporto alle vittime di violenza, la messa in rete di quanto esiste per ottimizzare al massimo risorse e potenzialità, la costituzione una task force tra istituzioni e cittadini per la prevenzione, l’aiuto e l’introduzione di nuove forme di sostegno alle donne. Perugia potrebbe diventare un modello da seguire”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*