Il personale degli uffici malmenato e le soluzioni poco probabili dopo aggressione

 
Chiama o scrivi in redazione


Aggressione dirigente in comune a Perugia, le richieste delle RSU

da Giampiero Tamburi Perugia social City
Il personale degli uffici malmenato e le soluzioni poco probabili! 
Fatti e misfatti che succedono negli uffici comunali e le “barriere” agli ingressi. Peccato che i “tornelli” in grado di leggere nella mente della gente (psicoattivi) non li hanno ancora tecnicamente messi a punto! Sicuramente il “tornello” negli uffici pubblici è una buona soluzione a prescindere ma, chiedere l’impossibile a questo tipo di barriera non è una cosa da doversi fare perché non ti garantisce, in nessun modo, che un visitatore si metta, con le proprie capacità muscolari a sfasciare tutto o che prenda a “botte” un dipendente (come è avvenuto recentemente in un ufficio del nostro Comune).

Perché? Semplice a spiegarsi! Cosa significa passare attraverso un “tornello”? Avere solo la sicurezza di sapere quante persone entrano e quante ne escono: se il “tornello” è dotato di un metal detector può avere, anche, quella di evidenziare se ci sono oggetti metallici e tutto finisce li! Ma la sicurezza assoluta che non entrino individui malintenzionati, non te la danno sicuramente.

Leggi anche – Aggressione in comune a Perugia, Camicia chiede di installare i tornelli

Se si potesse scherzaci sopra (ma sarebbe meglio non farlo), si potrebbe affermare che fino a che non mettano a punto dei “tornelli” che possano leggere nella mente di chi ci passa in mezzo (ma ancora però non l’hanno tecnicamente realizzati!), nessuno può essere sicuro delle intenzioni vere che “frullano” in testa a chi entra negli uffici.

Leggi anche – Nuovi varchi di accesso al Broletto, ingressi differenziati

Sarebbe molto più efficace, per una soluzione adeguata alla bisogna che, chi ha necessità di entrare, si qualificasse al personale addetto, attraverso la presentazione e la custodia di un proprio documento identificativo e, dopo di ciò, fosse dotato di un cartellino che lo qualifichi, da restituire alla sua uscita! E forse (senza forse) neanche con questo provvedimento si avrebbe la sicurezza assoluta che non avvengano casi che facciano del male alle persone (figuriamoci poi con i “tornelli”!).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*