Albero della cittadinanza al percorso verde di Pian di Massiano

Albero della cittadinanza al percorso verde di Pian di Massiano

Albero della cittadinanza al percorso verde di Pian di Massiano

Si è tenuta questa mattina al percorso verde di Pian di Massiano la cerimonia di piantumazione dell’Albero della Cittadinanza, una quercia, simbolo di libertà e partecipazione, che i giovani studenti del Consiglio Comunale Scolastico hanno voluto come ultimo atto del proprio mandato, per sensibilizzare i cittadini alla cultura della legalità e della partecipazione attiva.

L’iniziativa è stata realizzata nell’ambito del progetto La città che noi vogliamo, coordinato dall’associazione Green Heart, e resa possibile grazie alla collaborazione di TagliatiXilsuccesso di Sara e Marco Chiattelli e della ditta Corneli I sassi di Assisi di Massimo Corneli.

Alla cerimonia hanno partecipato, insieme al Presidente dell’associazione Antonino Chifari, il Sindaco Andrea Romizi e l’assessore alle Politiche per l’infanzia e l’adolescenza Dramane Wagué, nonché i dirigenti scolastici e i docenti degli istituti coinvolti e i partners dell’iniziativa. Il Sindaco si è complimentato con i ragazzi per le attività svolte in questo mandato.

“Auspico –ha detto – che questa pianta della cittadinanza cresca insieme ai ragazzi e al loro essere cittadini consapevoli e che sia simbolo anche di una loro crescente fiducia nel futuro.”

Particolarmente contenti si sono detti gli stessi ragazzi, il cui sindaco Gabriele Bove, ha sottolineato l’importanza che ha avuto il progetto per la loro crescita personale e civile. “E’ un peccato – ha detto Gabriele – che il mandato volga al termine, speriamo di poter continuare in qualche modo questa bella esperienza, che sicuramente ci ha fatto crescere.”

A chiusura del mandato del Consiglio Comunale Scolastico, il prossimo 21 marzo alle ore 9,00 alla Sala dei Notari, infine, si svolgerà l’incontro conclusivo del percorso di cittadinanza attiva a cui prenderanno parte, insieme ai ragazzi,  le autorità civili, militari e politiche che, in questo periodo, hanno supportato il progetto di promozione della cultura della legalità.

Rassegna stampa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*