Pedro Martins per la prima volta a Umbria Jazz, giovane prodigio brasiliano 📸🔴 foto e video

Pedro Martins per la prima volta a Umbria Jazz, giovane prodigio brasiliano

Pedro Martins per la prima volta a Umbria Jazz, giovane prodigio brasiliano

Pedro Martins per la prima volta a Umbria Jazz. All’arena Santa Giuliana si è esibito prima di Herbie Hancock. Il giovane artista è balzato agli onori delle cronache musicali per aver vinto sette anni fa, giovane prodigio brasiliano, la prestigiosa Montreux Guitar Competition.

Foto e video di Marcello Migliosi e Morena Zingales

Musicista eclettico, dopo aver cominciato a studiare la chitarra da bambino, è in seguito diventato polistrumentista, songwriter e cantante.

È perfettamente a suo agio con i generi tipicamente brasiliani come samba e choro, ma anche con jazz, fusion, progressive rock, world music. È diventato noto per le sue collaborazioni con musicisti come Kurt Rosenwinkel (con il quale ha suonato a lungo), Yaron Herman, David Binney, Jacob Collier. Pedro Martins ha collaborato anche con e con star del jazz brasiliano come Hamilton de Holanda, Gabriel Grossi e Toninho Horta.

Nel 2019 è uscito il secondo album a suo nome, “Vox”, con lo stesso Rosenwinkel e con collaborazioni eccellenti che vanno da Brad Mehldau a Chris Potter.

Martins è un grande talento, e se è facile essere immediatamente colpiti dalla sua tecnica di virtuoso delle sei corde (è autodidatta), in realtà, è prima di tutto un artista sensibile e ispirato che non antepone il virtuosismo ai contenuti. La formula della solo performance, con cui esordisce a Umbria Jazz, permette di apprezzarne le straordinarie qualità.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*