Festival Spoleto, dopo la classica, in arrivo i concerti di Jazz ed elettronica

 
Chiama o scrivi in redazione


Festival Spoleto, dopo la classica, in arrivo i concerti di Jazz ed elettronica
Photo Credit David Bazemore

Festival Spoleto, dopo la classica, in arrivo i concerti di Jazz ed elettronica

Per il secondo weekend del Festival dei Due Mondi la programmazione musicale tocca tutti i generi. Sabato 3 luglio alle ore 21.30 in Piazza del Duomo Francesco Tristano si divide tra la tastiera del pianoforte – con tre concerti di Johann Sebastian Bach – e i sintetizzatori, per le sue originali composizioni di musica elettronica. Pianista, compositore e musicista sperimentale techno e jazz, Tristano è rigoroso interprete del repertorio storico e affermato artista di elettronica, ha inciso brani di John Cage, Igor Stravinskij e Bach per Deutsche Grammophon e ha collaborato con le etichette techno Get Physical Music di Berlino e Transmat di Detroit. Con la partecipazione del percussionista tedesco Ruven Ruppig, Tristano dirige The New Bach Players, ensemble modulare e internazionale che ha all’attivo l’incisione delle opere complete di Bach per pianoforte e orchestra e diversi progetti di musica contemporanea.

La collaborazione con Umbria Jazz porta a Spoleto due tra i migliori pianisti jazz sulla scena intern­azionale. Venerdì 2 luglio alle ore 21.30 Fred Hersch è al Teatro Romano per un concerto in trio con Drew Gress e Joey Baron mentre l’appuntamento di domenica 4 luglio, alle ore 21.30 in Piazza Duomo, è un’occasione unica per ascoltare Brad Mehldau – tra le voci più personali ed enigmatiche del jazz contemporaneo, abituato a concedersi poco al suo pubblico, inizia il suo nuovo tour internazionale proprio a Spoleto. Ugualmente amato dai puristi del jazz e dagli appassionati di musica, Mehldau ha collaborato con Pat Metheny, Anne Sofie von Otter, Renée Fleming, Ian Bostridge e Joshua Redman, facendosi portatore di uno stile unico che unisce l’esplorazione di jazz, romanticismo classico e pop. Alle originali rielaborazioni delle canzoni di autori contemporanei come Beatles, Cole Porter, Radiohead, Paul Simon, Gershwin e Nick Drake, affianca un catalogo di composizioni originali, come il Concerto per pianoforte recentemente presentato in prima assoluta alla Philharmonie di Parigi.

Dopo il tutto esaurito dello scorso weekend al Teatro Romano, Folia torna sul Digital Stage del Festival: lo spettacolo del coreografo francese Mourad Merzouki sarà disponibile gratuitamente stasera e domani dalle ore 21 alle ore 23 sul sito www.festivaldispoleto.com, nella versione registrata al Théâtre de Fourvière, con la regia di Mohamed Athamna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*