Coralmente. La Sagra Musicale Umbra 2022 dà voce ai più importanti cori della regione

Sagra Musicale Umbra

Coralmente. La Sagra Musicale Umbra 2022 dà voce ai più importanti cori della regione

Una prestigiosa vetrina per le più importanti realtà corali umbre, nel programma del più antico festival regionale: la 77^ edizione della Sagra Musicale Umbra – in programma dal 2 al 17 settembre a Perugia e in altri 6 comuni (Montegabbione, San Gemini, Norcia, Torgiano, Scheggino e Montefalco) – ospiterà la rassegna Coralmente, con 6 appuntamenti nella chiesa di Sant’Ercolano a Perugia in collaborazione con il Sodalizio San Martino. Un programma particolarmente ricco e affascinante, quello della Sagra Musicale Umbra 2022, dal titolo – tema MADRI, consultabile online nel sito perugiamusicaclassica.com dove è già attiva la prevendita dei biglietti (e da martedì 30 agosto aprirà anche la biglietteria nella sede della Fondazione Perugia Musica Classica ONLUS, dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18 in piazza del Circo a Perugia, e nelle agenzie Mipatrini e Cavallucci).

Ad inaugurare la rassegna Coralmente sarà il concerto di Libercantus Ensemble, diretto da Vladimiro Vagnetti, lunedì 5 settembre alle 18Mariam Matrem, dalla Madre Terra alla Madre del Creatore, un percorso storico che partendo dall’Earth Song di Ticheli affonda idealmente le radici nella profondità del culto mariano, cantando il frutto prodigioso e misterioso del suo grembo, il ruolo di guida che dal Medioevo la devozione occidentale le ha assegnato e i suoi tratti più umani, quelli della Madre Addolorata ai piedi della Croce.

Martedì 6 settembre, alle 21, protagonista il coro Armoniosoincanto, diretto da Franco Radicchia e con Emiliano Finucci alla viella, per il concerto Dalla pergamena alla fede cristiana: al servizio della parola, itinerario che segue una linea che caratterizza l’orizzonte sonoro del periodo medioevale privilegiando il suono della parola.

A seguire, venerdì 9 settembre, alle 18, toccherà al Coro S. Spirito Volumnia, diretto da In Sang Hwang, con Francesco Ragni e Jacopo Zembi, organo, Klara Lužnik, soprano, Rosalba Petranizzi, contralto, Giuseppino Orselli, tenore, e Giulio Boschetti, basso; sabato 10 settembre, alle 21, Mater fons amoris, concerto del coro Accademia degli Unisoni, diretto da Leonardo Lollini, con Francesco Ragni, organo, e Angiolo Lisetto, basso; lunedì 12, alle 21, Ensemble Coristi a Priori, diretto da Carmen Cicconofri, insieme al Quartetto Ascanio (Damiano Babbini e Francesco Bagnasco, violini, Costanza Pepini, viola, Catherine Bruni, violoncello, Mattia Pelosi, contrabbasso).

Chiuderà il ciclo di appuntamenti dedicati ai gruppi corali umbri nella chiesa perugina di Sant’Ercolano, venerdì 16 settembre, alle 21, Madre del Cielo e Madre della Terra, concerto del Coro dell’Università degli Studi di Perugia con la partecipazione del Coro Giovanile del Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia, diretti da Marta Alunni Pini, con Francesco Cucurnia, tastiera e organo, Ilse Batta, flauto, Elena Vigorito, soprano, e Oreste Calabria, maestro collaboratore. Completa il programma, giovedì 15 alle 18 nell’Aula Magna dell’Università per Stranieri, il concerto del Coro Ha-Kol – Coro ebraico di Roma, diretto da Alberto De Sanctis.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*