PERUGIA, 4 NOVEMBRE, PREMI A FORZE ARMATE, POLIZIA, CARABINIERI, GUARDIA DI FINANZA

Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre

(umbriajournal.com) PERUGIA – Si è svolta questa mattina, alla Sala dei Notari di palazzo dei Priori, la cerimonia di consegna dei premi “Città di Perugia”. Sono quattro i riconoscimenti assegnati ad altrettanti uffici e/o persone, appartenenti a Esercito, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, che si sono particolarmente distinti per atti di solidarietà, sacrificio, altruismo, capacità organizzative nell’espletamento della loro opera a favore della popolazione.

Alla cerimonia erano presenti il sindaco Wladimiro Boccali, la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, membri della Giunta e del Consiglio, il segretario generale del Comune, Francesco Di Massa, il Prefetto di Perugia Antonio Reppucci, per il Corpo di Polizia municipale, Antonella Vitali, e altri rappresentanti istituzionali.

Il premio, istituito nel 1991, ha cadenza biennale e fa parte del programma delle celebrazioni del 4 Novembre, Giornata delle Forze armate e Festa dell’Unità nazionale. Prima della iniziativa alla Sala dei Notari, il sindaco Boccali ha partecipato alla cerimonia solenne presso l’Ara Pacis in Via Masi, con la deposizione di corone al Monumento ai Caduti.

IL SINDACO BOCCALI: “Il Premio è un gesto di gratitudine della città alle Forze di Polizia e alle Forze Armate per l’opera che quotidianamente svolgono, con impegno e professionalità, nella nostra città, nella nostra regione, nel nostro paese e all’estero. Un riconoscimento a chi lavora, in condizioni difficilissime, per assicurare sicurezza e pace. Ma è anche un incitamento ad andare avanti, a fare di più, sempre nell’interesse generale, di tutti i cittadini”.

IL PREFETTO REPPUCCI: Il Prefetto ha fatto un appello alla politica perché “se è vero che la sicurezza è un bene prioritario e che occorre stringere le maglie del controllo del territorio, allora bisogna dotare il comparto di più risorse umane e finanziarie”. Quest’anno i riconoscimenti “Città di Perugia” sono andati a: Guardia di Finanza, Sezione G.O.A. del Nucleo Polizia Tributaria. Le motivazioni: “Alla Sezione G.O.A. del Nucleo Polizia Tributaria Guardia di Finanza di Perugia per la costanza, la perseveranza e la professionalità dimostrate nello svolgimento delle attività di contrasto, prevenzione e repressione del traffico delle sostanze stupefacenti, espletate sull’intero territorio perugino. La costante vigilanza così assicurata ha costituito e costituisce, per l’intera popolazione e il tessuto economico della città, un fermo e sicuro punto di riferimento per la tutela della legalità e la salvaguardia delle persone, contribuendo ad accrescere la sicurezza di tutti i cittadini”.

Comando Legione Carabinieri “Umbria”, Sezione Carabinieri di Ponte San Giovanni. Le motivazioni: “Stazione urbana, dando prova di corale professionalità, spiccato spirito di sacrificio ed elevata motivazione, sviluppava con costanza ed efficacia incessante e proficua attività di controllo del territorio, valido contrasto alla microcriminalità e preziosa assistenza al cittadino, conseguendo distinti risultati operativi e contribuendo in maniera significativa a preservare l’ordine e la sicurezza pubblica della comunità perugina”.

Comando Militare Esercito “Umbria”, Capitano Carmelo Vitale. Le motivazioni: “Il Capitano Carmelo Vitale, in qualità di Capo Sezione Pubblica Informazione e Promozione dei Reclutamenti si è distinto in campo formativo e promozionale nel far conoscere alla popolazione studentesca perugina la realtà delle Forze Armate, il loro universo di valori ed il loro impegno a favore della Nazione. Attraverso periodiche conferenze presso gli Istituti scolastici e la partecipazione a tutte le principali manifestazioni cittadine, ha saputo fornire ai giovani perugini un quadro completo delle opportunità professionali e d’impiego offerte dalla Forza Armata, facendo della promozione dei reclutamenti un’iniziativa di ampia diffusione e di elevato valore educativo che, passando dalle scuole alle piazze, ha coinvolto tutta la collettività e in particolare le fasce più giovani”.

Questura di Perugia, Ufficio Immigrazione. Le motivazioni: “Per l’impegno quotidiano, la puntualità e la disponibilità nella trattazione delle istanze degli stranieri che hanno l’esigenza di ottenere riconosciuto il diritto a soggiornare nel nostro paese e per l’azione di contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina, rafforzata con interventi mirati ed equilibrati condotti nei confronti di soggetti ritenuti socialmente pericolosi e verso chi tale fenomeno sfrutta e favorisce”.

Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre
Festeggiamenti 4 novembre

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*