Scuola Umbra, nominato nuovo amministratore unico

Formazione Pa

 
Chiama o scrivi in redazione


Scuola Umbra, nuovo amministratore unico

Scuola Umbra, nominato nuovo amministratore unico
PERUGIA – “Ringrazio Alberto Naticchioni per l’impegno e l’entusiasmo con cui ha gestito la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica. Ha svolto una preziosa opera a sostegno della crescita dei diversi settori della Pubblica Amministrazione. Ha dato un’impronta importante e garantito un futuro alla Scuola. Formulo all’Amministratore Naticchioni che tornerà in Regione per ricoprire un importante ruolo i miei migliori auguri e saluto il prossimo amministratore Marco Magarini Montenero della Scuola auspicando il raggiungimento di futuri ulteriori significativi traguardi”.

E’ quanto affermato dalla Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei nel corso dell’Assemblea consortile che, riunita regolarmente oggi pomeriggio, ha approvato la relazione di fine mandato di Alberto Naticchioni, il rendiconto di gestione 2019 e il bilancio di previsione 2020-2022 e nominato Marco Magarini Montenero nuovo Amministratore del Consorzio. A Naticchioni è andato il ringraziamento da parte di tutti i consorziati per il lavoro svolto e i risultati raggiunti.

Marco Magarini Montenero guiderà Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica per i prossimi tre anni e si insedierà il primo giugno a Villa Umbra. Prenderà il posto di Alberto Naticchioni, Amministratore Unico e responsabile scientifico della Scuola dal 2007 al 31 maggio 2020. La nomina è avvenuta su proposta della Giunta regionale votata ad unanimità da tutti i soci presenti.

Oltre la Regione Umbria, collegati con maggioranza qualificata in videoconferenza gli altri soci del Consorzio: Provincia di Perugia rappresentata dal Presidente Luciano Bacchetta, Comune di Perugia rappresentato dal sindaco Andrea Romizi, Comune di Terni rappresentato dall’Assessore Giovanna Scarcia, Università degli Studi di Perugia rappresentata dal rettore Maurizio Oliviero, Università per Stranieri di Perugia rappresentata da Professore Francesco Duranti, Consiglio delle Autonomie Locali rappresentato dal presidente Francesca Mele, Arpa Umbria rappresentata dal direttore Luca Proietti, Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche rappresentato dal direttore sanitario Giovanni Filippini, Afor Umbria rappresentata dall’amministratore Manuel Maraghelli. Presente il revisore dei conti Paolo Sebastiani.

L’assemblea ha provveduto ad approvare il rendiconto di gestione 2019 e il bilancio di previsione 2020-2022. La Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica chiude il 2019 con i conti in ordine ed un avanzo di amministrazione di oltre 1 milione di euro.

Naticchioni lascia una Scuola Umbra con numeri di iscritti e attività di formazione in crescita. A dicembre del 2006 gli iscritti erano 7.628 con una erogazione pari a 6.735 ore di formazione. Lo scorso anno sono stati registrati ben 22.000 iscritti con una erogazione di 21.000 ore di alta formazione. Stipulate, nel 2019, 100 convenzioni, 90 con Enti Pubblici della nostra regione ed altre 10 fuori regione tra cui Marche, Toscana e Lazio. I docenti incaricati, nel 2019, sono stati 728. Dal 2007 al 2019 l’avanzo di amministrazione è passato da 283.230 a 1.041.645,45 euro.

Il Consorzio, impegnato in azioni formative finalizzate all’ammodernamento delle Amministrazioni Pubbliche, da giugno sarà guidato da Marco Magarini Montenero, classe 56, laureato dapprima in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Perugia e poi in Economia-Scienza della Sicurezza Economico Finanziaria – all’Università di Roma Tor Vergata. Inscritto all’Ordine degli Avvocati di Roma, ha frequentato l’Accademia della Guardia di Finanza, corpo presso il quale ha svolto una lunga carriera, durata 18 anni, ricoprendo numerosi e prestigiosi ruoli culminati a metà degli anni ’90 nel successo al concorso come dirigente della Direzione Investigativa Antimafia. Ha, tra l’altro, collaborato alle indagini delegate dalla Procura di Roma e di Perugia sull’omicidio del giornalista Mino Pecorelli. Proprio durante queste indagini è stato oggetto di minacce di morte e sottoposto ad attività di sicurezza e vigilanza insieme alla propria famiglia. Congedatosi nel 1998 è stato Dirigente di numerose aziende come Telecom, Wind, Iset. Nel 2010 ha ricoperto il ruolo di Capo di Gabinetto del Rettore dell’Ateneo perugino e successivamente Segretario Generale, Direttore Generale e consigliere d’amministrazione dell’Università degli Studi Marconi. È  stato inoltre assistente presso l’Accademia della GdF di Diritto Penale, Diritto Processuale Penale, Diritto Amministrativo e Contabilità di Stato, nonché  docente presso la scuola superiore di Polizia Tributaria di Attività Etra-tributarie della Gdf di Attività di Polizia Giudiziaria, Contabilità di Stato e Controllo della Spesa pubblica.

Nell’ottica dell’avviata spending review che riguarda la Regione ed i soggetti, così come il Consorzio in questione, legati all’Ente stesso, la Giunta regionale ha deciso un decremento del compenso spettante al nuovo Amministratore del 20% circa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*