Dopo il restyling e adeguamento inaugurato il Comune di Bastia Umbra 🔴

L'intervento ha riguardato, in particolare, l'adeguamento sismico

 
Chiama o scrivi in redazione


Immagini UmbriaJournal


 Dopo il restyling e adeguamento inaugurato il Comune di Bastia Umbra 🔴

di Ciniza Mortolini
Ridare alla città di Bastia il Municipio  inaugurato nell’anno  1964 dall’allora Sindaco Cav. Francesco Giontella, in parte chiuso dal 2014 rappresenta in questo momento storico un segno di speranza, un segno per tornare gradualmente ad una quotidianità senza dimenticare i sacrifici fatti in questo anno di pandemia.   I lavori di adeguamento sismico e restyling del Palazzo Comunale sono iniziati nel 2018. Il progetto ha previsto interventi mirati, è stata impiegata una tecnologia avanzata di protezione sismica, gli spazi del sottotetto  sono stati riqualificati, ampliati per ambienti uffici e sale riunioni.

E’ stato apportato un radicale intervento di miglioramento impiantistico per migliorare le condizioni di vivibilità e salubrità all’interno degli ambienti e per  ridurre i consumi di energia. Gli impianti sono stati adeguati alle normative vigente. 

Per la parte esterna  l’obiettivo primario del progetto è stato quello di migliorare l’accessibilità all’ingresso principale sulla piazza Cavour anche con una nuova illuminazione con luci lineari a terra. Dopo l’Inno di Mameli suonato dalla  Banda Musicale di Costano, l’Alzabandiera e la donazione dello Stendardo che Chorus – Ricamificio Umbro ha realizzato in occasione del 29 settembre 2020,  rappresentante il santo patrono San Michele ferito, simbolo della nostra città colpita dalla pandemia e pronta a ricostruirsi sotto lo slogan “Più forti di prima,  più uniti che mai”.

Con le note del “Silenzio”,  dopo lo svelamento  della Stele dedicata alle Vittime del Covid-19 e la deposizione di una corona di alloro,  la benedizione del Palazzo Comunale, impartita dal  Padre Vescovo Mons. Domenico Sorrentino e il parroco Don Marco Armillei, è stato fatto il taglio del nastro.

“Il taglio del nastro insieme a voi presenti – ha affermato il Sindaco Paola Lungarotti – insieme  a tutte le autorità civili, militari e religiose, a tutti i miei concittadini e concittadine che ci seguono anche in diretta streaming, è stato  accompagnato da due simboli che rappresentano la nostra città, oltre al Gonfalone Comunale, che hanno segnato e segnano i nostri giorni, lo Stendardo di San Michele  e   l’inaugurazione e la benedizione della lapide dedicata alle vittime del Covid, per non dimenticare mai, perché senza memoria non c’è rinascita”.

Il Presidente del Consiglio Comunale ha fatto da moderatore agli interventi susseguitisi nella nuova Sala del Consiglio:    il  Presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria Marco Squarta, l’ex-Sindaco Stefano Ansideri, l’Assessore ai Lavori Pubblici Stefano Santoni, lo Studio Exup con la relazione dell’Ing. Leonardo Locchi.

E’ intervenuta infine la professoressa Maria Elisabetta Monacchia dell’Ist. Comprensivo Bastia 1 presentando la proiezione del video sull’eroina bastiola Colomba Antonietti. Il video è stato realizzato per i 150 anni di Roma Capitale, per un concorso indetto dal Ministero. 

Nel ridare il Palazzo comunale “alla comunità e per la comunità” il Sindaco Paola Lungarotti ha ringraziato il Presidente della Banda Musicale di Costano Rodolfo Segatori e il Maestro Direttore Giuseppe Cecchetti, il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Bastia Umbra e il coordinatore Ing Roberto Raspa, la ditta Taddei Costruzioni per la donazione della stele della lapide dedicata alle vittime del Covid,   Chorus- Ricamificio Umbro per aver donato lo stendardo rappresentante San Michele, la ditta RIMAT che ha voluto offrire le bandiere per la nuova sede comunale, l’artista bastiolo Luigi Mancini che in occasione dell’inaugurazione ha voluto donare al Sindaco Paola Lungarotti una sua opera, le imprese che hanno realizzato i lavori, CME Consorzio Imprenditori Edili soc. coop, Di Carlo SpA, i progettisti, tutti i dirigenti e gli uffici, il Presidente del Consiglio Giulio Provvidenza, il Vicesindaco Francesco Fratellini, gli Assessori ed i Consiglieri comunali, i Sindaci presenti dei Comuni di Assisi, Bettona e Valfabbrica, il Presidente Anci e Sindaco di Deruta Michele Toniaccini,  gli ex- sindaci Giancarlo Lunghi, Vannio Brozzi, Lazzaro Bogliari, Francesco Lombardi, in particolar modo Stefano Ansideri, Sindaco al tempo dell’avvio del progetto di riqualificazione della sede comunale, la Presidente di Unilibera Rosella Aristei,  le autorità civili, religiose, militari,  tutti i concittadini e le concittadine che hanno voluto condividere questo importante momento di vita della nostra comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*