“YES, WE UIL”, IL MEETING DI UIL TERNI PER IL FUTURO DEL TERRITORIO

"Yes, we uil", il meeting a Terni dal 21 al 23 giugno
"Yes, we uil", il meeting a Terni dal 21 al 23 giugno
“Yes, we uil”, il meeting a Terni dal 21 al 23 giugno

(umbriajournal.com) by Avi News TERNI – Un meeting per discutere del futuro del territorio e delle proposte da mettere in campo per favorirne la ripresa. È “Yes, we Uil”, una tre giorni che si svolgerà da venerdì 21 a domenica 23 giugno a Terni, in località Collerolletta. Promossa dalla segreteria provinciale ternana di Uil, la manifestazione permetterà di affrontare questioni di scottante attualità per il territorio. “A noi – spiega Gino Venturi, segretario provinciale di Uil Terni – piace legare la Uil non solo a un passato di conquiste ma anche e sopratutto all’idea e all’impegno per il futuro. Partendo da difesa e valorizzazione di alcune delle nostre eccellenze: acciaio, chimica, artigianato, pasticceria artigianale, giovani, creatività ed esperienza. Tutti settori per i quali il sindacato sta portando avanti, in queste settimane, delle battaglie, prima su tutte quella accanto ai lavoratori dell’Ast”. “Yes, we Uil” è lo slogan della manifestazione che, per assonanza, gioca sulla particella futura inglese “will”, rafforzando l’idea di voler puntare sul futuro del territorio. Ad aprire i lavori, venerdì, alle 9, sarà l’incontro, a cui parteciperà Giovanni Torluccio, segretario nazionale di Uil Federazione poteri locali (Fpl), dedicato al bando “Basta sprechi” con il quale si è chiesto ai cittadini di fare delle proposte per il miglioramento dei servizi degli enti locali.

Tra le priorità del sindacato si conferma, dunque, il lavoro. “I giovani – ha proseguito Venturi -, in pochi mesi, sono diventati protagonisti nella Uil di Terni. Non solo guidano categorie importanti, coordinano i territori, organizzano iniziative culturali di rilevanza nazionale come la mostra di Dalì dei mesi scorsi, fanno attività sindacale nei posti di lavoro, ma sono anche al centro delle nostre politiche. Per loro, futuro è prima di tutto lavoro. Anche la battaglia che la Uil fa contro gli sprechi della pubblica amministrazione e contro gli eccessivi costi della politica tende a reperire risorse da investire in sviluppo e, quindi, a creare lavoro. Ma è anche fondamentale che la città, in uno sforzo corale, reagisca all’idea di declino. Con il meeting di Collerolletta vogliamo dare un segnale concreto di impegno”. E in questo senso vanno una serie di iniziative, promosse dalla sezione ternana del sindacato, che avranno luogo durante la manifestazione: il concorso “Inno d’Italia”, organizzato dalla Uil Unione nazionale scrittori e artisti (Unsa), che vedrà esibirsi una serie di band musicali sabato 22 giugno, alle 21; il concorso “Creaimpresa” che consente di aiutare chi intraprende un’attività imprenditoriale, a cui sarà dedicato un momento sabato, alle 16. “Il concorso rivolto ai pasticceri per la creazione del dolce di san Valentino, poi – ha concluso Venturi –, che si svolgerà domenica alle 15, tende a valorizzare concretamente una grande eccellenza ternana, la pasticceria artigianale, e con ciò anche a creare nuova occupazione. Certo, sono piccole cose. Ma concrete. Quello che ci preme è soprattutto contribuire, insieme a tanti altri, all’affermarsi di un atteggiamento positivo per creare un futuro al nostro territorio. Non un auspicio, ma l’impegno concreto di ogni giorno. Yes, we Uil”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*