SANGEMINI TERNI, TRIBUNALE, CHIESTO ALLUNGAMENTO DEI TEMPI

Sangemini
Sangemini

(umbriajournal.com) TERNI – Sarà concessa alla Sangemini qualche altro giorno di tempo e, soprattutto, a chi vuole subentrare nella gestione. Lo ha stabilito il giudice Paola Vella, con il conforto del presidente del tribunale di Terni, Girolamo Lanzellotto. Le motivazioni di questa scelta saranno rese note tra martedì e mercoledì. Il presidente della Sangemini, Roberto Rizzo, oggi pomeriggio, accompagnato dai legali dell’azienda, si è presentato nell’ufficio del giudice che ha chiesto un allungamento dei tempi, perché ci sarebbero altre possibilità che possano mettere in salvo l’azienda e per questo che c’è bisogno di altro tempo.

Norda sembrerebbe esclusa definitivamente, mentre resta aperta la strada Castello. Si parla anche di una possibile sinergia con altri imprenditori del settore. Resta da capire quale sarà il ruolo di Roberto Rizzo e cioè se vorrà abbandonare o restare nella società e se sì a quali condizioni. Inoltre, è da chiarire anche quale sia il ruolo delle banche creditrici, in quanto tutto girerebbe proprio attorno agli istituti di credito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*