PERUGIA, UMBRIA MOBILITA’, BALDELLI “PIU’ CONTROLLORI A BORDO DEI MEZZI”

Umbria Mobilità
Umbria Mobilità
Umbria Mobilità

(umbriajournal.com) PERUGIA – “Il problema dell’evasione del pagamento dei titoli di viaggio rappresenta, a bordo dei mezzi di “ Umbriamobilità”, specie in alcuni tragitti del servizio urbano, un peso rilevante, che costituisce una vera e propria tassa a carico degli utenti onesti – afferma in una interrogazione il capogruppo provinciale PRC, Luca Baldelli – l’Ufficio della Motorizzazione , in virtù di decisioni adottate dietro impulso del Ministero dei Trasporti anche in altre parti d’Italia ( emblematica la storia degli automezzi dell’ATC bolognese, poi TPER ) continua a negare ad “ Umbriamobilità” il permesso di installare tornelli a bordo degli autobus, unico sistema, quello, che potrebbe consentire l’abbattimento dell’evasione del pagamento dei titoli di viaggio, o , se si preferisce, del fenomeno, a tutti visibile, dei portoghesi a bordo dei bus, in special modo quelli urbani di Perugia ( ma non solo ) .

A causa di questi intoppi e contenziosi, pur in presenza di un maggior numero di controlli effettuati dall’Azienda , anche dietro sollecitazione del Consiglio provinciale, non si è riusciti ad aggredire in maniera sensibile la problematica evidenziata”. Baqldelli chiede quindi alla Giunta Provinciale di sapere : “Se sia fattibile ed opportuno proporre ad “ Umbriamobilità”, in virtù del nostro ruolo di soci di maggioranza, una redistribuzione delle risorse umane dell’Azienda, utilizzando parte del personale degli uffici, in possesso delle qualifiche necessarie, per compiti di controllo in pianta stabile a bordo dei bus delle linee maggiormente interessate dal fenomeno dei “ portoghesi “, dal momento in cui il servizio comincia fino a quando esso termina (analogamente a quanto succedeva un tempo con la figura del bigliettaio ).

Ciò anche per dare un valido supporto, materiale e morale, a tanti conducenti che, ogni giorno, debbono sopportare ingiurie, atteggiamenti ai limiti della maleducazione , della provocazione e della prepotenza, da parte di chi è in palese torto e pretende di aver ragione viaggiando a sbafo a bordo delle linee del servizio pubblico “.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*