PERUGIA, CONTINUITA’ D’IMPRESA, 12 IMPRENDITORI RACCONTANO “PASSAGGIO GENERAZIONALE”

Giovani Imprenditori
Giovani Imprenditori
Giovani Imprenditori

(umbriajournal.com) PERUGIA – Saranno dodici giovani imprenditori e imprenditrici a raccontare le difficoltà e i vantaggi di raccogliere il testimone della gestione dell’azienda dalla generazione che li ha preceduti. Continuità di impresa e avvicendamento generazionale saranno, infatti, i temi centrali del seminario “Continuità di impresa: tecniche di trasmissione” organizzato da AIDDA Umbria, l’Associazione delle donne dirigenti d’azienda, in collaborazione con Confindustria Umbria che ospiterà l’evento nella propria sede di Perugia venerdì 15 novembre alle 15.

Le questioni legate al passaggio generazionale sono molto sentite ed è una necessità diffusa tra gli imprenditori quella di approfondire alcuni aspetti, soprattutto quelli legati alla continuità in un momento di intensa criticità per le imprese e per i giovani che si trovano ad affrontare ansie e difficoltà ma anche aspirazioni e sogni durante il delicato processo di inserimento nella vita aziendale.

A portare il proprio contributo all’incontro saranno Antonio Polito, editorialista del quotidiano il Corriere della sera, Enrico Moretti Polegato, presidente Diadora (gruppo Geox), Alessandro Campi, professore associato dell’Università di Perugia, Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria. Ad aprire i lavori – coordinati da Sergio Cimino, esperto di family business – saranno il Presidente di Confindustria Umbria, Umbro Bernardini e la presidente di AIDDA Umbria Maria Rita Cucchia e la presidente nazionale di Aidda Franca Audisio.

Seguiranno poi le testimonianze di dodici giovani imprenditori di seconda e terza generazione. Il convegno – che fa parte di un ciclo di seminari organizzati da Adda Umbria e dedicati a questo tema – si inserisce nell’ambito della XII edizione della Settimana nazionale della cultura di impresa di Confindustria, il tradizionale appuntamento che coinvolge tutto il territorio e che sarà articolato in oltre 70 iniziative incentrate sul tema del rapporto tra impresa e cultura: convegni, mostre, spettacoli, visite guidate presso archivi di imprese e musei.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*