Università: due nuovi corsi per il polo didattico di Terni 

Per il rettore sono "frutto dell'' ascolto del territorio"

 
Chiama o scrivi in redazione


Università: due nuovi corsi per il polo didattico di Terni 

Università: due nuovi corsi per il polo didattico di Terni

Due nuovi corsi di laurea per il Polo scientifico didattico di Terni: consiglio di amministrazione e Senato accademico dell” Università di Perugia hanno infatti proposto l” attivazione della laurea triennale in Ottica e optometria e di quella magistrale in Ingegneria dei materiali e dei processi di sostenibilità. Ad annunciarlo è stato questo pomeriggio il rettore dell” Ateneo, Maurizio Oliviero, durante una conferenza stampa online. Entro gennaio i due corsi saranno presentati al Miur per l” accreditamento. Il primo sarà afferente al dipartimento di Fisica e geologia, con la collaborazione di quello in Medicina e Chirurgia, mentre l” altro è proposto dal dipartimento di Ingegneria, in questo caso in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria civile e ambientale.

© Protetto da Copyright DMCA

Fin dal nostro insediamento abbiamo sottolineato quanto il Polo ternano sia strategico” ha detto il rettore. Che ha poi sottolineato come le due attivazioni siano frutto “dell” ascolto del territorio, dal presidente di Confindustria alle piccole associazioni al sindaco”. Entrambi i corsi di laurea, con sede a Pentina, avranno una doppia erogazione in italiano e in inglese. Saranno dunque corsi internazionali – è stato detto – che permetteranno di ottenere un doppio titolo.

“I corsi non sono duplicazioni di altri – ha spiegato Oliviero -, ma il risultato di un” indagine di mercato che guarda alla vera alta specializzazione. E” un segnale che vogliamo condividere con tutta la comunità”. Alla conferenza stampa sono intervenuti tra gli altri anche il sindaco Leonardo Latini, il presidente di Confindustria Umbria, Antonio Alunni, e il delegato del rettore alla sede di Terni, Stefano Brancorsini. Per Alunni l” attivazione dei due nuovi corsi “è un” occasione unica e irripetibile per far sì che la presenza dell” Università di Perugia a Terni metta a terra tutto il potenziale possibile”. (ANSA).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*