Università, confermato l’affiancamento della DAD alla didattica in presenza per tutto l’anno accademico

Università confermato l’affiancamento della DAD alla didattica in presenza

Università, confermato l’affiancamento della DAD alla didattica in presenza per tutto l’anno accademico

Oggi si è svolto un ulteriore passo avanti nella complessa questione delle riaperture dell’Università con la seduta del Tavolo Tecnico di Ateneo. All’ordine del giorno la questione, collaterale alla progressiva riapertura dell’università degli Studi di Perugia, del mantenimento della didattica a distanza affiancata all’attività in presenza. Come Sinistra universitaria – Udu Perugia ci siamo sempre espressi molto chiaramente sulla questione: la didattica a distanza deve essere mantenuta almeno per tutto il presente anno accademico: sono infatti tantissime le persone iscritte all’università che non hanno ancora preso casa a Perugia e che, in caso di sospensione della Dad, dovrebbero riorganizzare radicalmente in pochissimo tempo la propria vita universitaria con un grande danno economico.


Fonte: Sinistra universitaria – Udu Perugia


Questa posizione, espressa dai rappresentanti all’odierna seduta del Tavolo, è sostanzialmente stata fatta propria dall’Ateneo. “In particolare – afferma Gianluca Menichelli, presidente del Consiglio degli Studenti – è stata approvata la proposta di eliminare il sistema di prenotazione per l’accesso alla didattica in presenza e flessibilizzare l’accesso alle aule universitarie, pur mantenendo un tracciamento efficace dell’affluenza; la prenotazione sarà conservata solo nei dipartimenti con rischio sovraffollamento, ma anche per questi la flessibilizzazione avrà l’effetto di rendere molto più frequenti le lezioni in presenza per tutte e tutti, se si considerano anche le soluzioni che abbiamo richiesto per aumentare gli spazi disponibili: per il dipartimento di Filosofia, Psicologia e Scienze della Formazione abbiamo ottenuto che venissero messe a disposizione 3 nuove aule”. “In ogni caso – continua Menichelli – abbiamo ottenuto che le lezioni a distanza vengano mantenute anche oltre il 31 dicembre per tutto l’anno accademico e delle sostanziali aperture per il mantenimento degli Esami Online affiancati a quelli in presenza oltre tale data (fino alla quale erano comunque già garantiti)”.

Come sinistra Universitaria – UDU Perugia, quella di oggi rappresenta un’ulteriore passo avanti in una partita complessa come quella delle riaperture: “Finora i nodi centrali della vertenza cominciata ormai tre settimane fa stanno venendo progressivamente affrontati e sciolti – è il commento di Aleph Bononi, vice coordinatore di Udu Perugia – l’obiettivo è quello di garantire a tutte le persone iscritte a UniPG una didattica inclusiva, e una parità di trattamento a fronte di una situazione estremamente frammentata. Per ora abbiamo ottenuto la riapertura degli spazi al 100% da inizio novembre, il mantenimento delle lezioni online fino alla fine dell’anno accademico e aperture per un mantenimento degli esami. Quest’ultima questione – conclude – deve essere sciolta a breve per dare modo a studentesse e studenti di organizzarsi, dopodiché rimane da sciogliere la questione dei dipartimenti con problemi strutturali di sovraffollamento, per cui chiediamo una soluzione di prospettiva”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*