Sanità, al via a Villa Umbra la formazione di medici di medicina generale

Villa Umbra, al via corso Medicina generale

Sanità, al via a Villa Umbra la formazione di medici di medicina generale

“I medici di medicina generale hanno da sempre avuto un ruolo di primo piano nella cura dei pazienti, ma la loro professionalità sarà fondamentale in futuro con il potenziamento dell’attività territoriale”: così l’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, ha aperto il suo saluto ai medici che stamani hanno preso parte  a Villa Umbra a Perugia, al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale, triennio 2020-2023.

Oltre all’assessore Coletto sono intervenuti il direttore regionale Salute e Welfare, Massimo Braganti, e l’Amministratore Unico della Scuola di Amministrazione Pubblica, Marco Magarini Montenero.

Il corso avviato stamani si aggiunge al triennio 2018-2021 e al triennio 2019-2022, per un totale di 140 laureati in Medicina e Chirurgia abilitati all’esercizio professionale inseriti nei tre trienni attualmente attivi nell’ambito della formazione specifica in Medicina Generale della Regione Umbria.

“Durante questo anno in cui il mondo della sanità è stato fortemente impegnato nell’assistenza dei pazienti covid e nella campagna vaccinale – ha proseguito Coletto – l’attività svolta dai medici sul territorio e quindi anche dalle Usca, ha dimostrato l’importanza delle cure domiciliari che in Umbria hanno una valenza in più alla luce del fatto che è presente una forte componente di persone anziane nella popolazione”.

Coletto ha quindi evidenziato come “nel nuovo Piano sanitario regionale i medici di medicina generale e anche la scuola di formazione, avranno un ruolo cardine finalizzato ad evitare accessi inappropriati negli ospedali, ma anche ad innalzare il livello delle cure sul territorio grazie al supporto della telemedicina”.

Concludendo il suo intervento l’assessore ha ringraziato gli organizzatori dell’iniziativa e i docenti per il lavoro svolto, ma soprattutto i partecipanti all’attività di formazione “che in futuro continueranno a garantire le cure e il benessere dei cittadini”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*