Riprendono alla stranieri le lezioni aperte e gratuite di storia dell’arte

Grandi stranieri alla stranieri, i "saranno famosi" di palazzo Gallenga

Riprendono alla stranieri le lezioni aperte e gratuite di storia dell’arte

Dopo la lunga pausa imposta dalle restrizioni pandemiche, riprendono a Palazzo Gallenga le lezioni aperte e gratuite di Storia dell’arte. Come in passato saranno Maria Rita Silvestrelli ed Elvio Lunghi a svolgere l’annuale ciclo di conferenze, che si inaugurerà il prossimo mercoledì 17 novembre in Aula Magna (ore 17:30), con la narrazione della pittura di Ottaviano di Martino Nelli di Gubbio (1370 c.a – 1449 c.a).


da Sonia Giugliarelli
ufficio stampa Unistrapg


Originario della città di Sant’Ubaldo, Ottaviano Nelli fu uno dei pittori più rappresentativi del gotico internazionale, il quale seppe fondere la tradizione locale con elementi della pittura lombarda e della miniatura francese.

In ogni angolo della città di Gubbio sono ancora oggi ben presenti tracce dell’instancabile operosità di questo artista, la cui forza pittorica Maria Rita Silvestrelli, ci spiega essere: <<La capacità di attraversare i registri e di mescolare i livelli: la musica degli angeli e il fortore degli stabbi, l’inno sacro e la mascherata irriverente, la tenerezza liliale delle Madonne e la crudezza del sangue dei martiri, ovvero a dolcezza malinconica e insieme la volgarità compiaciuta>>.

Con opere anche a Perugia e Urbino, Nelli esercitò una grande influenza nell’Umbria e nelle Marche del suo tempo, ma furono soprattutto i maestri eugubini a riprenderne l’arte ripetendone i canoni in quella città e altrove.

Si accede alla conferenza con green pass sino ad esaurimento dei posti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*