Riapertura scuole a settembre, Tuteri, ad oggi non emergono critiscità

 
Chiama o scrivi in redazione


Riapertura scuole a settembre, Tuteri, ad oggi non emergono critiscità

Alla luce di alcuni notizie apparse sulla stampa locale nei giorni scorsi  relativamente al tema della riapertura delle scuole nel prossimo mese di settembre, il vice sindaco Gianluca Tuteri fa il punto della situazione per rappresentare il metodo che è stato seguito finora e le esigenze emerse sulla base della ricognizione complessiva degli spazi per la didattica preesistenti.

A oggisegnala il vice sindacodopo un serrato confronto con le istituzioni scolastiche regionali e locali nonché con le istituzioni politiche nazionali e locali, non emergono particolari criticità, dal momento che mancano poche aule aggiuntive solo per gli istituti secondari di secondo grado. Dunque, Perugia è pressoché pronta a ripartireL’Amministrazione comunale – sottolinea Tuteri –  in vista della riapertura delle scuole a settembre, ha avviato un tavolo di confronto con i Dirigenti scolastici del primo ciclo organizzando lo scorso 29 giugno un incontro alla Sala dei Notari, alla presenza del Dirigente dell’Ufficio scolastico Regionale, Dott.ssa Iunti.”

In quell’occasione è stato presentato agli Istituti comprensivi l’avviso del Ministero dell’Istruzione (datato 24.06.2020) che avrebbe assegnato agli enti locali fondi, in proporzione alla popolazione scolastica del territorio, utili ai fini della realizzazione di interventi di edilizia leggera ovvero all’acquisto di arredi necessari ai fini del distanziamento.

È importante sottolineare che questi fondi non possono essere utilizzati per affitto di locali extrascolastici, né per adattare locali non scolastici alla didattica, né, infine, per realizzare prefabbricati, tensostrutture o pergolati dove si vorrebbe (il condizionale è d’obbligo) far svolgere parte delle lezioni da settembre in avanti.Il finanziamento (c.d. PON per edilizia leggera) è stato definitivamente concesso al Comune di Perugia con nota ministeriale del 13 luglio.

Gli uffici tecnici hanno poi chiesto agli Istituti comprensivi di formalizzare le effettive necessità dei vari plessi: da tale ricognizione sono state raccolte le istanze dei Dirigenti scolastici, vagliata la fattibilità e definite le prescritte schede progettuali, approvate con delibera di Giunta Comunale n.172 del 29.07.2020: tali lavori sono stati affidati subito e sono attualmente in corso.

Nel frattempo, il 30 luglio, i rappresentanti dell’Amministrazione comunale hanno partecipato alla video-conferenza, organizzata con l’Ufficio Scolastico Regionale, alla presenza di ANCI, Comune di Terni, Province di Perugia e Terni, sul tema della riapertura delle scuole prevista per settembre, della ricerca di spazi e sullo stato di attuazione degli interventi di edilizia leggera.Il suddetto U.S.R. ha avviato da tempo con i Dirigenti Scolastici una serie di confronti serrati sulla necessità, da un lato, di spazi ulteriori e, dall’altro, di personale per lo sdoppiamento delle classi (laddove gli spazi sono già presenti nei plessi): i dati emersi da tale ricognizione parlano di necessità di poche aule aggiuntive, praticamente solo per gli Istituti secondari di secondo grado, mentre per il primo ciclo non sono emerse richieste in tal senso.

Questi dati sono stati poi riportati anche al Tavolo regionale riunitosi il 31.07.2020, alla presenza dell’On. Ascani, cui hanno partecipato rappresentati dei Dirigenti scolastici, delle sigle sindacali, della Regione Umbria e degli Enti locali competenti per territorio, oltre che dei genitori e della USL.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*