Ragazzi sul web…un anno dopo al Captini di Perugia

Ragazzi sul web...un anno dopo al Captini di Perugia

Ragazzi sul web…un anno dopo al Captini di Perugia

Martedì 16 aprile 2019, dalle 10:00 alle ore 12:00 nell’aula Magna dell’Istituto ITET ALDO CAPITINI si è svolto l’incontro “Ragazzi sul web…un anno dopo”, a conclusione del Progetto ERASMUS+ “EYES ON CYBER BULLYING”.

Il progetto europeo, che rientra nei progetti istituzionali appositamente finanziati, è stato il filo conduttore che ha coinvolto circa400 studenti di 5nazioni europee(Cipro, Spagna, Lettonia, Turchia, Italia), tra i quali gli studentidi 4 classi dell’ITET Aldo Capitini di Perugia, dell’indirizzo Geometri e dell’indirizzo Amministrazione sportiva, conducendoli in un approfondito percorso attraverso 2 interi anni scolastici.

Le attività, essendo all’interno di un progetto Erasmus, sono iniziatecon approfondimenti e ricerche condotte nei gruppi classee con incontri con esperti esterni alla scuola (dott Cardella Procuratore generale, dottCaccetta comandante Carabinieri, dott Pagliarigiornalista,etc), che hanno proposto riflessioni, spettacoli teatrali, informazioni sulla rete, sulle violazione connesse e sulle dipendenze. Svolte le prime attività, si è dato inizio ai meeting internazionali, nei quali giovani adolescenti europei hanno potuto confrontarsi tra loro e comprendere anche le differenze di uso e di norme. A Perugia il meeting si è svolto nel mese di ottobre 2018 e i ragazzi sono stati ospitati dagli alunni dell’ITET.

Tutti gli studenti insieme hanno realizzato un vero dossier, completo di logo,informazionitecniche, ricerche su singoli argomenti di approfondimento, una pagina fb, una bacheca nella scuola per segnalazioni, ed infine è stato stampato un calendario 2019sul tema, arricchito di foto e disegni,distribuito per sensibilizzare coetanei e famiglie.

Oggi dopo 1 anno dal primo incontro, i ragazzi dell’ ITET Capitini hanno potuto incontrare nuovamente il dottor Francesco Caccetta, comandante dell’Arma dei Carabinieri di Terni, criminologo e autore di volumi informativi sul bullismo e suòlcyberbullismo, chedopo averli aggiornati sui nuovi dati del 2018 relativi ai pericoli della rete ( che rilevano un 10% di aumento) e sui nuovi pericolosi social eapp circolanti, ad esempio “tiktok”, ha risposto a domande ed ascoltato con interesse i risultati delle ricerche effettuate e il racconto degli incontri con i nuovi amici europei, essendo, l’opportunità di conoscere altri ragazzi europei, di certo,unvalore aggiunto,che ha permesso di scoprire luoghi e culture lontane.

Referenti e tutor del progetto di Istituto e delle 4 classisono stati i Proff Rosa Coppola, GuglielmoGiommetti, Monica Farina Scabissi, Stefania Quaglia, TerdelindaRastelli, insieme al Referente di Istituto sul Bullismo e Ciberbullismo prof Simona Carlà.

Tutto il lavoro svolto confluirà come punto di partenza per il

Progetto “Famiglia e scuola sul web: facciamo rete!” ,

finanziato della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.  Destinatari docenti e genitori che, in qualità di educatori, dovrebbero possedere le competenze per guidare i ragazzi ad orientarsi in maniera responsabile e consapevole all’uso delle risorse digitali. Il percorso, che prevede anche approfondimenti sul fenomeno del cyberbullismo e i rispettivi metodi di contrasto, si articolerà in 6 incontri laboratoriali, dalle ore 17.00 alle 19.00, con esperti e in collaborazione con gli studenti, secondo il seguente calendario:

  • Martedì 30 aprile Modulo 1 “Conoscenza e uso consapevoledei social più diffusi”
  • Martedì 7 maggio Modulo 2 “Il Copyright e l’informazione in rete”
  • Martedì 14 maggio Modulo 3 “L’identità digitale e la privacy
  • Martedì 21 maggio Modulo 4 “La tutela dei dati personali e la privacy
  • Martedì 28 maggio Modulo 5 “I rischi della rete e la sicurezza on line”
  • Martedì 4 giugno Modulo 6 “Le relazioni nell’era di internet: come è cambiato il rapporto tra individui”

Chiunque , genitoreo insegnante, presso la vicepresidenza dell’ITET A Capitini 075.5000001, potrà iscriversi entro mercoledì 24 aprile

Commenta per primo

Rispondi