Progetto Perugia Nicola Volpi modifica servizi prima infanzia, il voto a Palazzo dei Priori

 
Chiama o scrivi in redazione


Progetto Perugia Nicola Volpi modifica servizi prima infanzia, il voto a Palazzo dei Priori

Progetto Perugia Nicola Volpi modifica servizi prima infanzia, il voto

Oggi è stato discusso in I Commissione l’ordine del giorno presentato dal consigliere Nicola Volpi del gruppo consiliare Progetto Perugia su: Modifica regolamento per l’accesso ai servizi socio – educativi per la prima infanzia del Comune di Perugia.

Al termine del dibattito l’atto è stato approvato con 10 voti a favore (9 maggioranza e Tizi) e 3 astenuti (PD e IV).

Illustrando l’atto, Volpi ha ricordato che il regolamento in oggetto è stato approvato nel 2013; a distanza di 6 anni molte cose sono cambiate ed il documento deve essere modificato. In senso generale – ha evidenziato –  i servizi socio-educativi per la prima infanzia sono un servizio educativo e sociale di interesse pubblico aperto a tutte le bambine ed i bambini di età compresa tra i tre e trentasei mesi. tali servizi concorrono, insieme alle famiglie, alla crescita e formazione dei bambini.

Per la copertura dei posti disponibili, riservati ai bambini residenti nel Comune di Perugia, uno dei genitori, o un tutore esercente la potestà genitoriale, sottoscrive una domanda d’iscrizione redatta su appositi moduli in cui autocertifica tutte le condizioni che contribuiscono alla determinazione del punteggio per la formazione della graduatoria di accesso, attraverso l’applicazione dei criteri di priorità.

In relazione al sistema vigente, continua Volpi, sono arrivate all’istante numerose segnalazioni che evidenziano come nel regolamento in vigore  non sia stato tenuto conto, sull’assegnazione del punteggio, di situazioni che richiedono maggiore attenzione da parte dell’amministrazione;

Per queste ragioni il consigliere ha proposto di impegnare l’Amministrazione a  modificare i criteri e i punteggi per la composizione della graduatoria di accesso all’asilo nido comunale, secondo l’applicazione della nuova tabella in allegato con lo scopo di tutelare, nel modo più equo possibile, tutte le categorie più bisognose.

Tra le novità principali apportate nell’articolo, il consigliere di Progetto Perugia segnala le seguenti:

Nella sezione A (condizione del minore) introduzione di punteggio per chi era presente nella lista d’attesa dell’anno precedente.

Nella sezione B (composizione nucleo familiare), la novità principale riguarda i fratelli gemelli per i quali la domanda sarà unica ed indivisibile evitando, come può accadere ora, che i fratelli vengano ammessi in scuole diverse. Inoltre viene previsto un punteggio in favore del nucleo che sia in attesa di un ulteriore figlio (nuova gravidanza).

Nella sezione C (condizione dei genitori) le novità riguardano l’assegnazione di punteggi più alti in favore dei genitori/studenti, dei genitori che siano volontari del servizio civile, dei genitori che hanno tipologie di contratto flessibile (co.co.co, interinale, ecc.).

Prossimo passaggio in Consiglio Comunale nel quale verrà posto all’attenzione di tutti i consiglieri!

Questa la tabella proposta:

CRITERI E PUNTEGGI PER LA COMPOSIZIONE DELLA GRADUATORIA DI ACCESSOALL’ASILO NIDO COMUNALE

 CONDIZIONI DI PRIORITA ASSOLUTA

Bambino già frequentante dall’anno precedente ed ancora in età utile

Bambino portatore di handicap (con certificazione medica)

Bambino con grave situazione di disagio socio-psicologico legata al nucleo familiare

( con relazione dell’assistente sociale)

ELEMENTI DI VALUTAZIONE E PUNTEGGI

PER LA COMPOSIZIONE DELLA GRADUATORIA 

  1. A) CONDIZIONE DEL MINORE
  • Bambino con fratello/sorella già frequentante dall’anno precedente ed ancora in età

utile per la frequenza al nuovo anno scolastico. 12 punti

  • Orfano o figlio naturale riconosciuto da un solo genitore. 25 punti
  • Figlio di genitori separati odivorziati (si allega copia dei relativi atti). 10 punti
  • Figlio convivente con un solo genitoresenza altri adulti presenti nel nucleo familiare. 6  punti
  • Figlio convivente con un solo genitorecon altri adulti presenti nel nucleo familiare. 3 punti
  • Figlio di genitori, riconosciuti entrambi invalidi dal 67% al 100% (si allega certificato

di invalidità) 20 punti

  • Figlio di genitori di cui uno riconosciuto invalido dal 67% al 100% (si allega

certificato di invalidità). 10 punti

  • presenza in precedente lista di attesa (per coloro che avevano sottoscritto la

domanda nel periodo del bando di iscrizione del precedente anno scolastico) 4 punti

  1. B) COMPOSIZIONE NUCLEO FAMILIARE

 Altri figli nella fascia d’età 7 – 14 anni. 1 punti per figlio

  • Altri figli nella fascia d’età 0 – 6 anni. 2 punti per figlio
  • Nuova gravidanza in corso ( con certificazione medica) 3 punti
  • Gemelli (domande indivisibili) 5 punti
  • Familiare facente parte dello stesso nucleo familiare bisognoso di cure e assistenza

con handicap grave o invalidità al 100% (allegare documentazione) 6 punti

  1. C) CONDIZIONE LAVORATIVA GENITORI

padre madre

  • Disoccupato (iscritto alle liste di disoccupazione al centro dell’impiego) 5 punti
  • Studente non lavoratore con obbligo di frequenza 7 punti
  • Studente non lavoratore senza obbligo di frequenza 6 punti
  • Lavoratore dipendente o autonomo:
  1. Con orario di lavoro fino a 15 ore settimanali 7 punti
  2. Con orario di lavoro da 16 a 23 ore settimanali 8 punti
  3. Con orario di lavoro da 24 a 30 ore settimanali 9 punti
  4. Con orario di lavoro da 31 a 36 ore settimanali 10 punti
  5. Con orario di lavoro da 37 ore settimanali in poi 11 punti

 

  • Volontario Servizio Civile o praticanti in attesa di sostenere l’esame di stato8 punti
  • Lavoratore con contratto co.co.co o contratto di lavoro interinale 7 punti
  • Lavoratore attualmente non occupato che documenti una attività lavorativa di almeno 90 giorni negli ultimi 12 mesi. 5 punti
  • Sede lavorativa in forma prevalente fuori del Comune di Perugia (almeno 25 Km) 4 punti
  • Lavoratore con impegno di lavoro notturno di almeno 5 notti al mese    1 punto

 

I genitori dei bambini non ancora nati la cui nascita è prevista entro il successivo 30aprile hanno la possibilità di presentare la domanda di iscrizione presentando la relativa certificazione medica attestante la presunta data del parto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*