Presentati due nuovi corsi a Perugia, formazione giovani

conoscenze, abilità e profili professionali inerenti al settore delle ICT

Presentati due nuovi corsi a Perugia, formazione giovani

“Guardiamo con molto interesse all’esperienza di formazione portata avanti da Perugia Innovativa Master School e per questo motivo abbiamo ritenuto utile approvare il progetto della Scuola e i due percorsi proposti, nell’ambito dell’Avviso Pubblico IntegrAzioni Giovani per la presentazione di azioni integrate in favore di giovani fino a 18 anni, per l’annualità 2017-2018″. E’ quanto ha sostenuto l’assessore regionale alle riforme, all’istruzione e al diritto allo studio con delega all’innovazione e agenda digitale, Antonio Bartolini, che è intervenuto questa mattina, martedì 19 dicembre, alla presentazione dei corsi, nella Sala Fiume di Palazzo Donini ed alla quale hanno partecipato anche Giuliano Granocchia, Amministratore di Master School 2000 e Direttore della Scuola, Michele Fioroni, Assessore allo Sviluppo economico e progettazione europea del Comune di Perugia ed i rappresentanti dei soggetti promotori del progetto.

L’offerta formativa della Scuola riguarderà conoscenze, abilità e profili professionali inerenti al settore delle ICT, settore che continua a confermarsi come un importante driver di crescita per il mercato del lavoro e per l’economia italiana e umbra, con trend occupazionali in continuo incremento.

I profili proposti per l’annualità 2017/2018 sono quello di Addetto qualificato all’installazione e alla manutenzione di sistemi informatici e di telefonia mobile e quello di Operatore grafico multimediale con competenze nello sviluppo di videogiochi.

L’obiettivo – hanno spiegato gli organizzatori – è quello di fornire l’opportunità ai tanti giovani delusi e demotivati dal loro percorso scolastico di raggiungere buoni livelli di istruzione e formazione, attraverso un diverso metodo di apprendimento, un metodo in cui il “lavoro” viene visto non solo come fine del percorso, ma come strumento per l’educazione integrale della persona, nel tentativo di contribuire a “recuperare” tutti coloro che abbiano, in diversi modi, abbandonato la scuola (o che la scuola abbia abbandonato), ridando loro dignità “sociale” attraverso l’acquisizione di competenze professionali tali da permettere un inserimento lavorativo qualificato.

“Questi obiettivi – ha concluso l’assessore Bartolini – si inseriscono bene nel percorso che la Regione Umbria sta portando avanti nel settore della formazione sui temi dell’economia digitale e della conoscenza e dovranno entrare a far parte del Centro di referenza regionale che realizzeremo nella nuova Monteluce a Perugia”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*