La Curvatura Biomedica, una scommessa vincente dell’IIS Giordano Bruno

 
Chiama o scrivi in redazione


Il “Giordano Bruno” presenta il “Corso di lingua cinese” giovedì 16 gennaio

La Curvatura Biomedica, una scommessa vincente dell’IIS Giordano Bruno  Un percorso formativo finalizzato ad appassionare ragazzi e ragazze allo studio della Biologia e della Medicina attraverso la costruzione di una solida base culturale di carattere scientifico e un efficace metodo di apprendimento. Condizione favorevole a proseguire con successo gli studi in ambito bio-sanitario.

E’ questa la scommessa che nasce dalla convenzione sottoscritta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – MIUR (Dott.ssa Carmela Palumbo) e dalla Federazione Nazionale dell’ Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Presidente Dott.ssa Roberta Chersevani) nel marzo del 2017 e che è ora al secondo anno di sperimentazione in 35 Licei Scientifici e Classici, rappresentativi di tutte le aree geografiche del Paese.

Mercoledì 28 novembre 2018, alle 15.00 il Presidente provinciale dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Perugia, Dott. Graziano Conti, unitamente alla Dott.ssa Cristina Cenci, responsabile medico del corso e il Prof. Silvio Improta, Dirigente Scolastico dell’IIS ”G. Bruno” di Perugia, unitamente alla Prof.ssa Alessandra Gallo, responsabile per la scuola del Corso “Biologia con curvatura biomedica”, rinnoveranno la convenzione già stipulata l’anno passato e che ha al suo attivo due gruppi classe: un terzo e un quarto.

Il Liceo Scientifico, opzione Scienze Applicate, dell’IIS “Giordano Bruno” ha, infatti, accolto la sfida e attivato, unico Liceo a Perugia e in UMBRIA, il corso “Biologia con curvatura biomedica”, come disciplina opzionale. Gli studenti interessati, delle classi terze e quarte, che hanno manifestano interesse al progetto, si sono iscritti e seguono un’ora aggiuntiva (14.30-15.30) di lezione a settimana.

il monte ore annuale è di 50 ore, di cui 20 ore tenute dai docenti di scienze dell’Istituto, 20 ore dagli esperti medici, 10 ore presso le strutture sanitarie individuate dagli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri Provinciali.

Seguire un percorso di potenziamento di tale spessore fa acquisire valide competenze per affrontare il test di ammissione al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, di Medicina Veterinaria, di Farmacia, nonché di corsi di Laurea in professioni sanitarie. Senza dimenticare che gli studenti oltre a raggiungere una solida base culturale di carattere scientifico, potranno acquisire comportamenti responsabili nei riguardi della tutela della salute.

La scommessa è aperta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*