I numeri del ritorno a scuola in Italia, 368mila classi e 60mila prof

Alle materne 2,7mln green pass da controllare

I numeri del ritorno a scuola in Italia, 368mila classi e 60mila prof

I numeri del ritorno a scuola in Italia, 368mila classi e 60mila prof

I numeri del ritorno, 368mila classi e 60mila prof Alle statali 7,5 mln studenti. Quasi un milione alle paritarie

Sono 7.407.312 le studentesse e gli studenti che siederanno tra i banchi delle scuole statali, quest’ anno, in tutta Italia. Di questi, 277.840 sono alunni con disabilità, mentre sono 368.656 le classi per l’ anno scolastico 2021/2022.

A questi numeri bisogna aggiungere quelli delle paritarie i cui allievi sono quasi un milione. Quest’ anno, nelle scuole statali, saranno 846.775 gli alunni della scuola dell’ infanzia, 2.313.923 quelli della primaria, 1.584.758 quelli della secondaria di I grado e 2.661.856 quelli della secondaria di II grado. Il 51% delle studentesse e degli studenti della secondaria di II grado frequenterà un Liceo, il 31,7% un Istituto tecnico e il 17,3% un Istituto professionale. Domani, 13 settembre, rientrano a scuola 3.865.365 alunni delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto, oltre a quelli della Valle d’ Aosta e della Provincia di Trento.

Le lezioni sono già riprese il 6 settembre per gli studenti della Provincia di Bolzano, mentre inizieranno il 14 settembre per 192.252 alunni della Sardegna, il 15 settembre per 1.706.814 bambini e ragazzi delle Regioni Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana, il 16 settembre per 829.028 studenti del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia. Gli ultimi a ritornare in classe saranno gli 813.853 alunni delle Regioni Calabria e Puglia, il 20 settembre.

Il governo quest’ anno ha garantito l’ assunzione, con contratto a tempo indeterminato, di 59.425 docenti (di cui 12.840 incarichi conferiti in base alle procedure del decreto sostegni bis) che, ha ribadito in questi giorni il ministro dell’ Istruzione Patrizio Bianchi, saranno in cattedra dal primo giorno di scuola mentre da nominare ci saranno solo le supplenze brevi che vengono decise dai dirigenti scolastici. Risultano assunti anche 10.729 ATA. Sono infine 87.209 i posti aggiuntivi in deroga già assegnati sul sostegno.

Alle materne 2,7mln green pass da controllare,
sos file Tuttoscuola stima, ‘ serviranno anche quasi due ore ogni giorno’

C’ è il rischio caos domani all’ apertura delle scuole materne: 1 milione e 330 mila bambini dai 3 ai 5 anni e i loro genitori saranno infatti coinvolti nelle procedure organizzative che prevedono che le scuole ogni giorno debbano effettuare quasi 2,7 milioni di controlli manuali del Green pass. Il rischio, secondo i calcoli della la rivista specializzata Tuttoscuola.

Sono 53.476 mila le scuole statali e paritarie sul territorio che hanno 13.234 sedi delle scuole statali dell’ infanzia e 8.590 in quelle paritarie (comunali e private). Nella fascia d’ età dai 3 e i 5 anni è normale la presenza dei genitori all’ inizio dell’ attività scolastica per favorire l’ inserimento e l’ impatto con il nuovo ambiente. Nella scuola dell’ infanzia pertanto sono attesi, come ogni anno, molti genitori.

Un tema è anche quello della gestione dell’ inserimento alla scuola materna dei bambini i cui genitori sono sprovvisti della certificazione verde. In ogni caso bisogna controllare manualmente i green pass di un milione e 330 mila genitori (o familiari accompagnatori). Un’ operazione non da poco, concentrata nell’ arco di circa un’ ora, prevalentemente tra le 8 e le 9 del mattino, e che dovrà essere ripetuta otto ore dopo (o prima per l’ 11% di scuole che fanno orario ridotto) quando i genitori o accompagnatori (spesso non le stesse persone del mattino, in quanto i genitori si alternano oppure si avvalgono di nonni, tate, etc) li verranno a riprendere.

Quasi 2,7 milioni di controlli manuali ogni giorno. Certamente la sostenibilità della gestione varierà molto tra piccole scuole con pochi alunni macro istituti con tante classi. Ci sono casi limite – evidenzia l’ analisi di Tuttoscuola – come quello della scuola di San Cesareo (Roma) che di sezioni ne ha ben 19 con 425 bambini oppure nelle scuole di Acerra e Giugliano (Napoli) che di sezioni ne hanno ciascuna 17 rispettivamente con 338 e 329 bambini iscritti l’ anno scorso o anche la scuola di Ghedi (Brescia) anch’ essa con 17 sezioni e 364 bambini. Ad una media di mezzo minuto per persona, in una scuola tipo con 100 bambini, per i controlli il tempo di attesa potrebbe arrivare fino a 50 minuti oppure la metà se al controllo vengono assegnate due persone. Per una scuola con 200 bambini potrebbero occorrere fino a 100 minuti con un solo addetto al controllo oppure la metà con due addetti.

Ma i problemi non sono finiti qui, e riguardano i genitori non dotati di green pass. Non potendo entrare, dovranno lasciare i bambini alla porta di ingresso della scuola. Ma a chi? Questi problemi si inaspriscono nei casi di alunni con disabilità, di alunni non supportati da una rete familiare forte (come una parte rilevante di alunni stranieri) e quando i genitori devono venire a prendere i figli durante l’ orario scolastico per una indisposizione. In quel caso il genitore deve firmare./agenzia nazionale di stampa associata

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*