Design per salvarsi dai disastri ambientali e dalle emergenze

Design per salvarsi dai disastri ambientali e dalle emergenze
workshop con Noemi Biiterman

da Maria Mazzoli
Design per salvarsi dai disastri ambientali e dalle emergenze 
Un workshop con la designer israeliana Noemi Biiterman sulla progettazione medica e sociale, per le emergenze e i disastri. “Design for rescue and disaster” è il titolo dell’iniziativa che vede il prof. Paolo Belardi come responsabile scientifico e Giovanna Ramaccini come tutor, che dal 21 al 25 maggio  coinvolgerà venticinque studenti selezionati dei corsi di laurea in Design e Ingegneria edile-Architettura del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale.

“È nostro dovere progettare per i bisogni della società – dai paesi sviluppati fino alle esigenze speciali delle persone anziane, povere, disabili e malate” affermava Victor Papanek (1927-99), educatore e filosofo del design, nel suo fondamentale testo Design For The Real World. La crescita dei disastri naturali e antropici, nonché di altre situazioni di emergenza, sta provocando in tutto il mondo la diffusione di vittime, feriti e senzatetto.

LEGGI ANCHE: Disastri ambientali in umbria, città per città, dice M5s

L’obiettivo del laboratorio è quello di aumentare tra gli studenti la conoscenza e la consapevolezza in merito a tali eventi, indagando le esigenze speciali che caratterizzano le diverse popolazioni, interpretando il rischio legato a condizioni ambientali estreme, progettando soluzioni per affrontare tali circostanze, al fine di migliorare il benessere delle persone coinvolte e la capacità delle squadre di supporto. Ovvero, principalmente, per progettare una struttura che sia preparata ad affrontare futuri disastri imprevisti.

Design per salvarsi dai disastri ambientali e dalle emergenze

Noemi Bitterman è presidente delle Lauree in Industrial Design incentrate sul design in ambito medico e sociale presso il Technion-Israel Institute of Technology. Nel suo percorso accademico ha conseguito la Laurea magistrale in Industrial Design e il Dottorato in Medical Sciences, oltre a una borsa post-dottorato presso la University of Pennsylvania, USA. È stata per 13 anni titolare della cattedra di Industrial Design presso la Faculty of Architecture & Town Planning di Haifa; in precedenza ha diretto la Hyperbaric Research Unit dell’Israeli Naval Hyperbaric Institute (INHI), conducendo ricerca di base e applicata sulle prestazioni in ambienti estremi.

Visiting professor all’Università IUAV di Venezia

Attualmente è visiting professor all’Università IUAV di Venezia, dove insegna nell’ambito del design per emergenze e disastri. I principali interessi di ricerca includono il design ospedaliero, la sala operatoria del futuro, gli ospedali portatili per i disastri, la Health Smart Home e i giardini per il benessere. Sta sviluppando concept per il design personalizzato o “su misura”, impiegando tecnologie innovative per favorire l’utilizzo da parte di anziani e disabili di entrambi i sessi; elabora inoltre metodi fisiologici oggettivi quantitativi per il design e la valutazione di ambienti e attrezzature.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*