Covid e Regioni: smartworking fino 70%, scaglionare ingressi scuola e dad

 
Chiama o scrivi in redazione


Didattica a distanza, stanziati 200 mila euro per aiutare gli studenti

Covid e Regioni: smartworking fino 70%, scaglionare ingressi scuola e dad

Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, “a fronte di un lavoro molto positivo fatto negli ultimi due mesi, col potenziamento delle linee e delle corse, si tratta di riorganizzare laddove possibile i tempi dei servizi e delle citta’ per alleggerire i numeri in alcuni orari di punta”. Cosi’ il presidente della Conferenza delle regioni Stefano Bonaccini, dopo l’incontro con il governo. “Per questo – aggiunge- abbiamo proposto al governo di estendere ovunque possibile il ricorso allo smart working, fino al 70%, a partire dalla pubblica amministrazione per i lavoratori non impegnati nella gestione delle emergenze”, dice Bonaccini.

Cosi’ come riteniamo possibile e necessario, proprio per salvaguardare la scuola in presenza (soprattutto per le scuole d’infanzia, elementari e medie), incidere maggiormente sugli scaglioni di ingresso e uscita dalle scuole. Su questo punto specifico, come sulla possibilita’ di rafforzare negli istituti superiori (soprattutto per le ultime tre classi) la didattica integrata gia’ sperimentata in questo mese, abbiamo chiesto al Governo un’indicazione puntuale nel dpcm. Questo perche’ non rientra nelle prerogative ne’ dei sindaci ne’ delle regioni organizzare i tempi e le modalita’ organizzative delle autonomie scolastiche”. (Rai/ Dire)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*