Chiusura anticipata asili nido L’Aquilone e Il Tiglio è polemica a Perugia

C’è posto solo per 1 bambino su 4 negli asili nido italiani

Chiusura anticipata asili nido L’Aquilone e Il Tiglio è polemica a Perugia

I servizi scolastici sono sempre stati, nella storia del Comune di Perugia, fiore all’occhiello delle amministrazioni cittadine. Fino alla Giunta Romizi. Che ha fatto registrare una preoccupante inversione di tendenza, che non accenna ad esaurirsi. La chiusura anticipata de L’Aquilone a Case Bruciate per mancanza di supplenti e quella di un’intera sezione de Il Tiglio in via XIV settembre per diversi giorni a causa di non meglio precisati problemi organizzativi hanno generato gravi disagi alle famiglie e innumerevoli disservizi.

oggi alle 16.30 – palazzo dei priori – manifestazione dell’asilo Tiglio per gravi problemi interni che si sono verificati ultimamente.

Se oggi il Comune di Perugia afferma di voler investire sulle Politiche familiari e di poter reperire risorse a tale scopo, allora deve fronteggiare le difficoltà al ricorso temporaneo alle supplenze con un potenziamento degli organici.

La questione non tocca solo l’ordine economico, ma riguarda anche più in generale l’indirizzo e la programmazione per gli Asili Nido che la Giunta Romizi vuole portare avanti.

Come ha scritto profeticamente anni fa Noam Chomsky: “Questa è la tecnica standard per spostarsi verso la privatizzazione: togli i fondi, assicurati che le cose non funzionino, fai arrabbiare la gente e consegnerai un bene pubblico al capitale privato

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
20 ⁄ 10 =