Assessore Agabiti, scuola riparte il 14 settembre in Umbria

 
Chiama o scrivi in redazione


Assessore Agabiti, scuola riparte il 14 settembre in Umbria

Assessore Agabiti, scuola riparte il 14 settembre in Umbria

Nel corso del question time odierno, il consigliere regionale del Partito democratico Michele Bettarelli ha interrogato l’assessore all’istruzione Paola Agabiti per “conoscere in maniera definitiva quali sono le determinazioni della Giunta Regionale (unica competente in materia) circa il calendario scolastico 2020/21 con particolare attenzione alla data di avvio delle lezioni”. Bettarelli ha ricordato in Aula che la competenza sulla riapertura delle scuole è della Regione, nel rispetto dei 200 giorni di lezione per la validità dell’anno scolastico e dell’autonomia dei singoli plessi.

Altre Regioni hanno deciso di posticipare la riapertura a dopo lo svolgimento del voto referendario e anche la presidente Tesei aveva palesato l’opportunità di procrastinare l’inizio dell’anno scolastico alla prima data successiva all’election day, stabilito per il 20 settembre 2020. A partire da martedì 22 settembre al 10/06/2021, termine stabilito dal Ministero, ci sarebbero stati comunque 203 giorni scuola e quindi un numero sufficiente a garantire la validità dell’anno scolastico. Nel frattempo si è appreso da direttive ministeriali che le lezioni riprenderanno il giorno 14, ma resta doveroso un pronunciamento ufficiale della Giunta, oltre che per studenti e famiglie, anche per le istituzioni scolastiche e le aziende che erogano servizi connessi con la scuola. Faccio notare che alcuni Comuni si sono organizzati da soli, spostando le sedi elettorali in altri luoghi, come palestre e Cva”.

L’assessore Agabiti ha detto che “sono state adottate le disposizioni ufficiali e previsto l’avvio delle attività il 14 settembre, come nella maggior parte delle Regioni. Dopo la comunicazione di giugno da parte del Ministero dell’Istruzione che fissava l’inizio delle lezioni il 14 settembre, il 17 luglio è intervenuto il Dpr che fissava la data del referendum al 20 settembre.

Sono disposizioni che interessano tutte le scuole e la posizione della Giunta appare chiara: si riapre il 14 settembre, dopo la più alta adesione d’Italia ai test volontari sierologici per il personale scolastico e nella massima sicurezza possibile, compresa la sanificazione post elettorale. Sono in programma altri incontri per stabilire la corretta e puntuale informazione sulla gestione delle attività didattiche in sicurezza e sul protocollo da seguire in caso di contagi. Infine, la Regione ha messo a punto un piano per mantenere gli orari di entrata e di uscita dalla scuola con un gravoso impegno economico, che prevede cento autobus in più ogni giorno. Stiamo lavorando senza sosta per la ripresa dell’attività scolastica in sicurezza”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*