“ABILMENTE DIVERSO”: ALL’ ITTS VOLTA SI È CONCLUSO IL PROGETTO TRIENNALE

Un momento del progetto "Abilmente diverso"
Un momento del progetto “Abilmente diverso”

(umbriajournal.com) – by Avi News PERUGIA – “Quando uno sogna da solo è solo un sogno, quando si sogna insieme è la realtà che inizia!”. È la frase che raccoglie il senso del progetto triennale “Abilmente diverso” che ha coinvolto alcuni studenti, circa un centinaio normodotati e cinque diversamente abili, dell’Istituto tecnico tecnologico statale Alessandro Volta (Itts) di Piscille, in un percorso di sensibilizzazione sulle tematiche della disabilità. Giovedì 29 maggio, nell’aula magna dell’istituto perugino, si è svolto l’evento conclusivo del progetto con uno spettacolo curato dagli alunni della classe 5ªAT che si sono esibiti nelle vesti di ‘clown della sVolta’. La messa in scena è stata preparata durante l’attività di clown therapy in cui i ragazzi sono stati seguiti dal volontario Donato Bini, detto mago Dudy. L’operatore, nel corso delle attività laboratoriali con i ragazzi, ha sperimentato esercizi basati su collaborazione e formazione del gruppo al fine di raggiungere conoscenza, fiducia e sintonia tra le persone. Il tutto si è concluso, appunto, con l’allestimento di una performance, una sorta di mini-circo, con mimi, giochi di prestigio, esercizi di acrobatica e sketch di fronte agli anziani del centro diurno San Mariano e della residenza Fontenuovo, accompagnati dai loro operatori, e agli ospiti dell’Istituto Serafico di Assisi. Il percorso di sensibilizzazione ha coinvolto, inoltre, gli alunni delle classi 2ªBT, 2ªBET, 2ªDI, e 4ªBE in vari incontri con tali strutture di accoglienza. “Il progetto è iniziato quasi casualmente tre anni fa – ha spiegato la professoressa di lettere dell’Itts Volta Paola Maurizi – per motivare una classe che appariva distratta e agitata e, man mano, ne ha coinvolte altre. Il primo passo è stato quello di far visita agli anziani della residenza Fontenuovo, dove gli alunni hanno interagito con gli ospiti dimostrando grande calore. Nello stesso anno c’è stato l’incontro con i ragazzi dell’Istituto Serafico di Assisi, con i quali gli studenti hanno svolto attività laboratoriali artistiche”. Il secondo anno l’esperienza si è potenziata con la lettura del libro “L’elefante in carrozzina. Oltre i limiti della diversità” scritto da Gianni Baini, quarantaduenne di Foiano della Chiana (Ar), affetto fin dalla nascita da tetraparesi spastica. “La lettura e l’incontro con l’autore hanno offerto grandi stimoli agli studenti – ha proseguito Maurizi -. Nel frattempo è iniziato il percorso di clown therapy che ha insegnato ai ragazzi l’importanza di fare qualcosa per gli altri”. Il progetto, inoltre, ha previsto attività di musicoterapia e arteterapia, svolte da cinque ragazzi dell’Itts Volta diversamente abili durante incontri con anziani del centro diurno San Mariano, struttura dell’Usl Umbria 1. A testimonianza del lavoro svolto, nella giornata conclusiva, è stato proiettato un video che riproduce le immagini dei ‘ragazzi speciali’ alle prese con gli strumenti musicali e nella realizzazione di lavori artistici. Non è voluto mancare all’evento Gianni Baini che dopo il toccante incontro dello scorso anno, avvenuto sempre nell’istituto, è tornato a far visita ai ragazzi della scuola. “Il nostro obiettivo era quello di donare un sorriso – ha commentato Marco Binazzini alunno della 5AT – e regalare un momento di gioia agli altri. Grazie a Dudy, ci siamo riusciti, abbiamo tirato fuori il meglio di noi. Eravamo una classe ‘troppo’ vivace ma ora siamo cresciuti e abbiamo capito la lezione”. Il progetto “Abilmente diverso” ha dunque fatto centro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*