Gubbio: Presidente Marini incontra forze economiche e sociali

Catiuscia Marini
L'On. Marini
L’On. Marini

(umbriajournal.com) Perugia, 11 sett. 013 – “La Regione Umbria in questi mesi di gestione commissariale dell’amministrazione comunale di Gubbio sarà vicina alla comunità ed assicurerà un costante presidio politico, istituzionale ed amministrativo, supportando l’attività del Commissario, al fine di evitare che questo tempo possa, in qualche modo, penalizzare la città”. E’ quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, incontrando i giornalisti al termine dell’incontro svoltosi questa mattina a Gubbio, presso la sede del Municipio, convocato dal Commissario prefettizio, Maria Luisa D’Alessandro, con i rappresentanti del “tavolo delle forze economiche e sociali”. Aprendo la riunione il Commissario D’Alessandro ha sottolineato l’importanza, anche in questa fase di gestione commissariale, di “lavorare in sinergia con la Regione Umbria affinché si possano realizzare tutte quelle opere pubbliche programmate e si possa altresì proseguire il confronto con le forze economiche e sociali della città in vista della nuova fase della programmazione dei fondi comunitari per il settennato 2014-2020 affinché Gubbio e la sua collettività possano cogliere appieno le opportunità che verranno da questi fondi per lo sviluppo e la crescita economica e sociale di questo territorio”.

 

 

La presidente Marini, entrando nello specifico delle diverse questioni poste dai rappresentanti delle forze economiche e sociali di Gubbio, ha sottolineato come la prossima fase della programmazione comunitaria dei fondi strutturali terrà nella dovuta considerazione le peculiarità della realtà dell’eugubino, sia sotto l’aspetto dell’innovazione del sistema economico, che della riqualificazione urbana, del turismo e dell’agricoltura. Così come la Regione sarà particolarmente attenta alle questioni relative alla dotazione infrastrutturale e viaria di quest’area. A tale riguardo, dopo aver ricordato che per il tratto Gubbio-Mocaiana della Pian d’Assino l’impresa appaltatrice dovrebbe consegnare a breve l’opera terminata, la presidente ha ricordato che la Regione ha inserito nel programma delle opere pubbliche la realizzazione dell’altro stralcio della nuova strada, che è di fondamentale importanza per il territorio: “Come Giunta regionale – ha affermato – rimaniamo impegnati su quanto abbiamo sempre sostenuto e cioè che, quando lo Stato restituirà alla Regione le somme che abbiamo anticipato per la realizzazione di questo tratto della Pian d’Assino, queste saranno utilizzate per nuovi stralci di questa strada”.

Per ciò che riguarda lo stato di attuazione dei “Puc” (programma urbano complesso) relativi a Gubbio la presidente ha affermato di essere abbastanza ottimista circa la realizzazione delle opere del “PUC” 1, mentre si è detta preoccupata per il “PUC” 2 che prevede un impegnativo quadro di interventi per circa 26 milioni di euro, di cui 6,5 milioni a valere sui fondi comunitari. A tale riguardo la presidente Marini ha ricordato che i termini imposti dall’Unione Europea per l’utilizzo delle risorse assegnate sono rigorosissimi e che “non possiamo permetterci di perdere queste risorse.

Quindi o si sarà in grado di assumere gli impegni giuridicamente vincolanti – come richiede l’Unione Europea – entro il 31 dicembre del 2014, oppure si dovrà individuare una soluzione alternativa. In ogni caso – ha assicurato la presidente -, anche se si dovesse procedere ad una revoca del finanziamento, la Giunta regionale adotterà un atto formale con il quale si impegna a garantire al Comune di Gubbio la stessa cifra nell’ambito della nuova programmazione comunitaria, in aggiunta alle risorse che comunque deriveranno dall’ordinaria programmazione”.    La presidente ha altresì ricordato l’impegno del governo regionale sul versante delle crisi aziendali che riguardano il territorio direttamente o indirettamente, dalla Merloni, all’Indesit, alla Sirio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*