GRANDE PARTECIPAZIONE A COORDINAMENTO AREA TECNICA SANITARIA UIL FPL

Partecipazione la coordinamento area tecnica sanitaria Uil Fpl Perugia
Partecipazione la coordinamento area tecnica sanitaria Uil Fpl Perugia
Partecipazione la coordinamento area tecnica sanitaria Uil Fpl Perugia

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Grande partecipazione al coordinamento dell’area tecnica sanitaria di Uil Federazioni poteri locali (Fpl) dell’azienda ospedaliera di Perugia. Un incontro, che si è tenuto giovedì 10 aprile, in cui tecnici sanitari di laboratorio biomedico, di radiologia medica e dietisti hanno discusso le numerose e delicate problematiche che interessano queste professioni. Un appuntamento fra quelli della fase congressuale in corso del sindacato, in aziende sanitarie ed enti umbri, che si concluderà con la conferenza regionale di Uil Fpl Perugia Umbria, martedì 20 maggio. Due i temi principali al tavolo. Da una parte, infatti, la progressiva ‘precarizzazione’ dell’organico e il progressivo innalzamento della quantità e della complessità delle attività erogate. “In alcune aree professionali – ha detto il coordinamento professioni area tecnico sanitaria dell’azienda ospedaliera di Perugia – il  fenomeno tocca livelli allarmanti se si pensa che il personale a tempo determinato rappresenta circa un terzo del totale del personale di ruolo. Non si tratta di un fenomeno transitorio dovuto alle fisiologiche fluttuazioni delle assenze, ma di un ricorso strutturale a questa forma di lavoro. Tanto che vengono registrate situazioni a dir poco ‘inquietanti’ come l’utilizzo in maniera pressoché esclusiva di personale a tempo determinato in servizi fondamentali, per qualità e quantità, il prolungarsi del tempo determinato da oltre dieci anni per alcuni colleghi, il sempre più frequente mancato reintegro di personale che cessa dal servizio, con conseguente diminuzione delle dotazioni organiche, a fronte dell’innalzamento degli standard qualitativi e quantitativi delle prestazioni erogate”. Dall’altra parte, poi, in discussione nel corso dell’incontro, la necessità di ridefinire l’assetto organizzativo di quest’area professionale. “È necessario: rideterminare il fabbisogno di figure di coordinamento in maniera funzionale al modello organizzativo adottato in azienda – ha aggiunto il coordinamento professioni area tecnico sanitaria dell’azienda ospedaliera di Perugia – attivando procedure necessarie per una selezione interna per l’attribuzione di funzioni di coordinamento, senza costi aggiuntivi per l’azienda; andare a copertura di posizioni organizzative e incarichi di dirigenza professionale di cui l’area tecnica sanitaria è rimasta progressivamente scoperta; recuperare il ruolo gestionale necessario al governo dell’area tecnica sanitaria, nell’ottica della più ampia esigenza di riaffermare la strategicità delle professioni sanitarie nella gestione dell’azienda e rispetto alla posizione che questa riveste nel contesto del sistema sanitario regionale”. Le problematiche evidenziate, infine, sono state fatte proprie dall’organizzazione sindacale. Rappresenteranno, cioè, parte fondante della piattaforma congressuale di Uil Fpl dell’azienda ospedaliera di Perugia.

 

Maria Cristina Costanza

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*