COLDIRETTI GIOVANI IMPRESA “L’ITALIA È IL FUTURO”

agricoltura-biologica(UJ.com3.0) PERUGIA – Anche una folta delegazione di giovani imprenditori agricoli umbri, guidata dal delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa Pierfrancesco Pennazzi e da quelli di Perugia e Terni, Elena Tortoioli e Federico Leonardi, parteciperà martedì 21 maggio all’Auditorium della musica di Roma, sala Sinopoli, all’Assemblea nazionale di Coldiretti Giovani Impresa dal titolo: “L’Italia è il futuro”. Oltre duemila giovani agricoltori provenienti da tutte le Regioni che hanno deciso di costruire il loro futuro in Italia, nonostante le grandi difficoltà, parteciperanno all’appuntamento insieme al Presidente della Coldiretti Sergio Marini, al Delegato Coldiretti Giovani Impresa Vittorio Sangiorgio, al più giovane Ministro del Governo Nunzia De Girolamo (Ministro delle Politiche Agricole) e ad altri esponenti dell’Esecutivo e rappresentanti delle forze politiche, sociali ed economiche.

Nell’occasione verrà presentata la prima Indagine Coldiretti/Swg su “I giovani italiani e la crisi” che scatta la cruda fotografia di come i giovani riescono a sopravvivere con la disoccupazione record, dei compromessi a cui devono sottostare, del sentimento patriottico, del confronto con i genitori, delle passioni, capacità, aspirazioni e dei sogni, ma anche le proposte concrete per favorire il ricambio generazionale e il lavoro delle nuove generazioni, che è stato indicato come priorità dal Governo. Un quadro impietoso che non frena tuttavia l’entusiasmo di tanti giovani che non si sono arresi alla crisi ed alla disoccupazione ed hanno scelto di impegnarsi in un’attività concreta, che offre tanto spazio alla creatività. Lo dimostrano le molte esperienze curiose ed innovative realizzate da giovani agricoltori che saranno presentate all’Auditorium con dimostrazioni pratiche nell’ambito dell’“Open Space sull’ingegno contadino” con le idee brillanti che battono la crisi.

Per verificare se il profondo rinnovamento che si è avuto nel Parlamento e nel Governo (che sarà messo a confronto con il livello europeo) ha interessato anche gli altri ambiti nell’ultimo anno, verrà presentato il secondo Report sull’età media della classe dirigente italiana nei diversi settori, dalla politica all’economia, dall’Università al Pubblico Impiego, fino alle forze sociali, realizzato dai giovani della Coldiretti in collaborazione con l’Università degli Studi della Calabria. A Giovani Impresa, “formazione” costituita nell’ambito della Coldiretti della quale è parte integrante, aderiscono di diritto – ricorda Coldiretti – i soci aventi tra i 18 e i 30 anni: un luogo di crescita dove poter sperimentare con libertà la responsabilità di uno stare insieme progettuale e creativo. Tra i programmi di Giovani Impresa Coldiretti Umbria, quello di realizzare un progetto comune dei giovani, per una filiera tutta agricola e tutta italiana e promuovere la vendita diretta attraverso gli strumenti di Campagna Amica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*