Todi, trovato nel Tevere, corpo donna scomparsa

recupero-auto-tevereTODI – Il corpo donna scomparsa da Todi sabato scorso è stato trovato nel Tevere, intorno alle ore 15 di lunedì, 7 aprile 2014. Lo si è appreso al comando provinciale dei vigili del fuoco. Le ricerche erano in corso nella zona da ieri da parte dei carabinieri e dei vigili del fuoco, anche con l’aiuto di un elicottero. A trovare l’auto è stata una squadra di sommozzatori dei pompieri di Viterbo nel letto del fiume Tevere in località Montemolino di Todi di una autovettura Fiata Panda all’interno della quale era presente il corpo senza vita di una signora dell’apparente età di 40 anni. L’autovettura è stata localizzata dai sommozzatori dei vigili del fuoco ad una profondità di circa 8 metri ed è stata recuperata con l’uso della gru VVF. Il personale sanitario presente sul posto ne ha formalmente constatato il decesso mentre i Carabinieri della Compagnia di Todi hanno avviato indagini per verificare se trattasi della signora scomparsa da alcuni giorni.

Le ricerche in zona erano state iniziate il 6 Aprile impegnando una squadra del distaccamento di Todi a partire dalla località Montemolino nel Comune di Todi dove erano state rinvenute alcune tracce di automobile che si dirigevano verso il Tevere. Sul posto hanno operato sempre nella giornata di ieri i sommozzatori VF di Grosseto congiuntamente all’elicottero proveniente dal reparto volo VVF di Roma.

Le ricerche riprese nella mattinata odierna con una squadra VF del Distaccamento di Todi, con una squadra sommozzatori proveniente dal Comando VF Viterbo e con l’elicottero del nucleo VF di Roma Ciampino hanno dato esito positivo nel primo pomeriggio. Oltre ai mezzi di cui sopra oggi sono state impegnate in zona complessivamente 9 unità VF di questo Comando, quattro sommozzatori e 5 componenti l’equipaggio dell’elicottero. La zona sino alla diga di Corbara è stata sorvolata. Tutte le attività sono state coordinate dalla sala operativa del 115 d’intesa con i Carabinieri di Todi.

Leggi articoli correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*